Connect with us

Turismo

Vacanze di gruppo in Puglia, la regione è fra le mete più gettonate

Sono in molti a preferire di trascorrere le vacanze di gruppo in Puglia, la regione destinazione preferita

Published

on

Vacanze di gruppo in Puglia

Il settore del turismo, dopo un anno nero, pare pronto a rialzare la testa. Quest’anno sono in molti a preferire di trascorrere le vacanze di gruppo in Puglia, la regione risulta infatti la destinazione preferita, e secondo gli scenari previsti per il 2021 la ripresa ci sarà, soprattutto grazie alla spinta delle vacanze domestiche. Per la ripresa delle presenze straniere ci sarà bisogno di ancora un po’ di pazienza, ma presto arriverà anche quella. Lo scorso anno arrivi e presenze si erano dimezzati, e per il turismo internazionale c’erano stati picchi del 68 per cento.

Le vacanze di gruppo in Puglia fra le più gettonate

Invece, per  il 2021 gli scenari sono ben diversi, e indicano un recupero della domanda del 66,5 per cento rispetto al 2019. Sono in molti ad aver scelto di trascorrere le vacanze di gruppo in Puglia, tanto che nella regione si prevedono 12,1 milioni di presenze turistiche. Il settore, dunque, è pronto a risollevarsi, e grazie al turismo di prossimità potrà dimenticare quanto attraversato lo scorso anno. La Puglia è sul podio per le vacanze in ambito marino, seguita da Sardegna e Sicilia, mentre Roma e Milano fanno da traino alla crescita del Lazio e Campania. Per la Sardegna si prevedono 8,8 milioni di presenze turistiche, un recupero della domanda del 2019 del 58,3 per cento a fronte della perdita del 2020 del  63 per cento.

Aumenti di presenza turistiche in varie regioni

Si prevedono invece 9,8 milioni di presenze turistiche per la Sicilia, con un recupero della domanda del 2019 del 63,6 per cento, a fronte del  62,5 per cento di perdita del 2020. Sono 13,6 milioni le presenze turistiche per la Campania, con un recupero della domanda del 63,6% del 2019, a fronte del  71,2 per cento di perdita del 2020. Il Lazio avrà 20,6 milioni di presenze turistiche, con una domanda di recupero pari al 2019 del 60,2 per cento, a fronte del  72,1 per cento di perdita del 2020.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

In Puglia diverse prenotazioni per i piccoli borghi

Il 75% delle prenotazioni per i piccoli borghi visiterà uno dei piccoli borghi regionali

Published

on

In Puglia diverse prenotazioni per i piccoli borghi

La maggior parte delle prenotazioni per i piccoli borghi sono vicino casa, dentro la propria regione di residenza. Il 75% di coloro che visiteranno uno degli 85 piccoli borghi rimasti in Puglia per godere di spazi rilassanti e lontano dalle città o dagli affollati luoghi turistici. L’indagine svolta dalla Coldiretti si riferisce  ai nuovi criteri di definizione del livello di rischio per la zona gialla e per quanto riguarda all’utilizzo del green pass per ristoranti, trasporti e divertimenti. Regione molto gettonata per il mare, le campagne e gli agriturismi stupendi, ma anche per i borghi che rientrano tra i più belli d’Italia, dove si custodiscono le antiche tradizioni enogastronomiche rurali, aumentano la capacità di offrire un patrimonio paesaggistico, naturale, culturale e artistico di grande valore.

Itinerario fra i prodotti tipici

Coldiretti Puglia ha aggiunto  che i prodotti sono 40 in provincia di Lecce, 38 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto e 2 in provincia di Bari. Allevate e trasformate in zone con un numero inferiore a 5mila abitanti, le specialità come la carota giallo – viola di Tiggiano, Fava di Zollino, Cipolla di Zapponeta, Patata di Zapponeta, Pisello nano di Zollino e altro Pomodoro di Morciano rappresentano un patrimonio che nel tempo viene conservato dalle imprese agricole che sin impegnano ogni giorno per garantire la tutela del territorio, la salvaguardia delle colture agricole storiche.

Domenica 25 luglio avrà inizio la difficoltà bassa.

L’iniziativa si svolgerà domenica 25 luglio 2021 e si partirà alle ore 9.00 dal Rifugio Forestale le Querce di Orsara di Puglia. La camminata è piuttosto bassa, è adatta anche ai bambini e si svolge in compagnia di Francesco De Pasquale, guida ambientale naturalistica di Ortovolante. L’esperienza è piacevole e gli esperti la rendono ancora più sicura.

Continue Reading

Trending