Volturara Appula
Volturara Appula. Riconoscimento editoriale: Ra Boe / Wikipedia.org

VOLTURARA APPULA – Piccolo borgo di montagna, Volturara Appula è adagiato su di un colle da cui si gode una vista mozzafiato sui confini di Campania, Puglia e Molise che la circondano. Situato a pochi chilometri dal fiume Fortore, questo delizioso borgo medievale è circondato da tanti boschi e sorgenti di acqua sulfurea. Il territorio, attraversato dal Tratturo Regio Castel di Sangro-Lucera, antica via commerciale, rivela le origini antiche dell’abitato, che affondano addirittura al I secolo a.C. e sono opera di popolazioni indigene chiamate Uluri scacciate poi dagli Apuli da cui trae appunto il nome.

La Cattedrale di Volturara Appula

Interessante da visitare nel centro abitato di Volturara Appula è la Cattedrale, risalente al XIII secolo e rimaneggiata durante i secoli. Realizzata in magnifico stile romanico pugliese, la chiesa custodisce al suo interno un bellissimo coro ligneo e due tempere di scuola napoletana. Merita una visita anche Palazzo Ducale, edificato nel secolo XVI su un castello preesistente per volere della famiglia Caracciolo e situato nel centro storico. Il castello è stato rimaneggiato più volte e da struttura difensiva è stato trasformato in un palazzo nobiliare mantenendo però la sua impronta di fortezza.

I boschi e le cascate di Volturara Appula

Gli appassionati della natura non possono fare a meno, durante una visita a Volturara Appula, di intraprendere un percorso esplorativo nel bosco Sant’Antonio, sito in località Macchia Rossa, e alla sorgente Fontana Uizzo. Composto in prevalenza da latifoglie, il Bosco di Sant’Antonio è il luogo perfetto per una escursione in mezzo alla natura e alla fauna composta da rapaci, lupi e cinghiali. Il paese è anche attrazione unica durante la Fiera di San Luca che si svolge ogni anno il 18 ottobre di ogni anno da oltre un secolo: si tratta di una delle fiere più famose di questo territorio, pare istituita da Federico II.