Connect with us

Viaggi

Dal Gargano a Taranto la vacanza in Puglia in camper

Published

on

puglia in camper

La Puglia in camper oppure on the road sono una valida alternativa per vivere una vacanza strepitosa partendo dal Gargano fino a Taranto. Meta di assoluta bellezza per trascorrere vacanze indimenticabili, la Puglia offre dai paesaggi maestosi rurali alle coste stupende con un mare brillante. Punto d’incontro fra oriente e occidente, questa magnifica regione è ricca di ospitalità e sapori genuini. Un itinerario on the road ideale da percorrere in auto o in camper è proprio quello che parte dal Gargano, denominato lo “Sperone d’Italia”, luogo dove la natura è sovrana.

La vacanza in Puglia in camper dal Gargano a Taranto

Lungo la strada si potrà spaziare lo sguardo sulle isole Tremiti, un arcipelago situato a 22 km a nord del Promontorio del Gargano, mentre per gli appassionati delle immersioni la soluzione ideale è quella di prendere il largo ed esplorare i meravigliosi fondali marini. Nel Parco del Gargano vi sono anche dei borghi incantevoli da visitare, fra cui Vico del Gargano, Vieste e Peschici, splendide località balneari unite fra loro da una strada panoramica. Tantissimi sono i piatti tipici da assaporare, dalla ciambott al caciocavallo podolico, dai troccoli allo scoglio alla paposcia, un panino ripieno di formaggi e verdure grigliate locali.

Splendide location da non perdere

Altra splendida località è Castel del Monte, ma anche Bari è ricca di meraviglie da scoprire. Altra località da visitare durante una vacanza in Puglia in camper è Andria, ma da non perdere è Barletta, bellissima con i suoi vicoli. Imperdibile è anche una tappa alla cattedrale di Trani e a Bari Vecchia. Scendendo a sud di Bari si incontra Polignano a Mare, piccolo borgo di origine greca a strapiombo sull’acqua, e poi nell’entroterra ci sono le Murge e i trulli, caratteristiche costruzioni che si possono visitare da Alberobello fino a Martina Franca. E per finire, le immancabili Taranto e Ostuni.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Viaggi

Nel porto di Brindisi si può ammirare il Monumento al Marinaio

Il Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri

Published

on

Porto di Brindisi, il Monumento al Marinaio omaggio ai caduti

Alto 54 metri, il  Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri che è stato realizzato nel 1993 per collocarlo nel porto di Brindisi. Il monumento è visibile da qualsiasi punto della città e dalla sua altezza si può godere una vista spettacolare su Brindisi. La statua si propone di celebrare tutti i marinai caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Infatti, fra il 1915 e il 1918 sono stati 33.900 gli uomini che hanno perso la vita e il maestoso monumento a forma di timone è stato realizzato per commemorarli.

Monumento al Marinaio si chiama “Sta come torre”

Realizzata dall’architetto Luigi Brunati e dallo scultore Amerigo Bartoli, l’opera si chiama “Sta come torre” ma tutti lo conoscono come il Monumento al Marinaio d’Italia. Alla base la scultura presenta una cripta a forma di scafo rovesciato e un altare con la statua della Vergine Stella Male. Come omaggio ai caduti sono stati apposti i nomi dei circa 6mila Marinai della Regia Marina Mercantile caduti dall’Unità d’Italia fino a quando il monumento è stato inaugurato. Inoltre, sono citate tutte le Medaglie d’Oro ottenute durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale sui quattro marmi bianchi posizionati sulle ultime 4 colonne del corridoio. Infine, sul piazzale antistante il monumento sono state collocate due ancore di proprietà dell’incrociatore austro-ungarico. Ci sono anche due cannoni austro-ungarici risalenti ad alcuni sommergibili.

Cosa c’è all’interno del monumento

Dentro il Monumento al Marinaio ci sono delle sale storiche in cui si possono ammirare oggetti e reperti come un fregio donato dalla Presidenza della Repubblica e l’urna contenente la sabbia di El Alamein. Inoltre, lungo le pareti delle scale interne c’è un percorso fotografico che narra il periodo dalla costruzione fino a quando il monumento è stato inaugurato. Dal terrazzo del monumento si può godere di una vista suggestiva su Brindisi. Per i cittadini questo monumento è diventato un vero e proprio simbolo e sono molto legati a quello che rappresenta, nonostante sia di epoca recente.

Continue Reading

Trending