Connect with us

Viaggi

Nel Salento la spiaggia incontaminata di Porto Selvaggio

Porto Selvaggio è una delle più belle spiagge del Salento e si trova a Nardò

Published

on

Salento spiaggia Porto Selvaggio

Una delle più belle spiagge del Salento, ma soprattutto fra quelle incontaminate e imperdibili è Porto Selvaggio. La spiaggia, lambita dal mare ionico, si trova a Nardò, esattamente tra Gallipoli e Porto Cesareo, e si distingue per la litoranea in cui si possono ammirare alcune tra le spiagge più belle della Puglia. In questa area dal 1980 è stato istituito il Parco naturale regionale Porto Selvaggio e Palude del Capitano, che abbraccia complessivamente 432 ettari di costa. La spiaggia è circondata da una grande pineta, che si estende per 270 ettari. La scogliera è resa ancora più particolare dagli alti alberi della pineta.

La macchia mediterranea circonda Porto Selvaggio

La location con questa incredibile e rigogliosa macchia mediterranea risulta ancora più suggestiva. Tutti gli elementi che compongono la spiaggia di incontaminata di Porto Selvaggio contribuiscono a renderlo un’oasi di bellezza e benessere. Le scogliere, la  spiaggia di sabbia bianca e il verde della vegetazione creano un contrasto spettacolare con il mare trasparente e cristallino. La baia è molto frequentata ed è raggiungibile in appena 20 minuti dall’ingresso del parco. Adatta anche per famiglie con bambini, è perfetta per fare il bagno in sicurezza grazie ai suoi bassi fondali. Se si vuole fare un tuffo è però consigliabile posizionarsi sugli scogli.

Bellezze imperdibili fra mare e parco

Raggiungere la spiaggia di Porto Selvaggio non vuol dire vedere solo il mare e le bellezze che lo circondano. Infatti, nel parco si possono ammirare due torre di difesa del periodo cinquecentesco, note come Torre Uluzzo e Torre dell’Alto. La prima è parzialmente crollata e ad oggi sono presenti solo alcune pareti, la seconda si compone di una struttura di due piani a pianta quadrata ed è provvista di piombatoie e merli. Passeggiare in questi luoghi darà modo di apprezzare questo spazio e di visitare la Grotta del Cavallo, diventata celebre perché sono stati rinvenuto resti dell’Homo sapiens.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Viaggi

Puglia, Locorotondo è un gioiello della Murgia

Incastonato nella Murgia, Locorotondo è uno splendido borgo situato nelle vicinanze di Alberobello

Published

on

Luoghi romantici per trascorrere San Valentino in Puglia

Locorotondo è un magnifico borgo situato a pochi chilometri da Alberobello, un vero e proprio gioiello incastonato nella Murgia. Pieno di cummerse, ovvero abitazioni con tetti spioventi che lo rendono caratteristico, realizzate con la pietra regalata dal sottosuolo stesso, la chiancarella, il borgo è fra i più belli d’Italia, amato dai turisti che adorano girare tra i vicoletti del centro storico e ammirare i vivaci e colorati balconi fioriti. Di recente il borgo merita di essere visitato per ammirare l’installazione artistica intitolata ‘Firmamento’, caratterizzata da balle di fieno ricoperte di centrini fatti a mano, opera del designer Bernardo Palazzo. L’installazione è un omaggio a due delle più antiche tradizioni della zona.

Il meraviglioso borgo di Locorotondo

Locorotondo, termine il cui significato etimologico in latino vuol dire “luogo rotondo”, è un luogo risalente all’anno 1000, che si staglia in forma concentrica. Guardando il borgo dal basso della strada sembra che voglia quasi abbracciare e coronare la collina su cui appare arroccato con le casette a punta. Il borgo ha tante attrazioni da visitare, a cominciare dalla Villa Comunale Giuseppe Garibaldi, che regala un panorama mozzafiato sulla valle d’Itria. Dalla villa si accede al centro storico camminando dentro la cinta muraria. I vicoli curati e arricchiti da decorazioni floreali dagli abitanti rimandano una visione delicata e armoniosa di questa location.

Cosa vedere nel centro storico

Nel centro storico imperdibile è una tappa alla Chiesa di San Rocco, patrono del paese, da vedere costeggiando il barocco Palazzo Morelli. Continuare la passeggiata fino a raggiungere il Lungomare, il lato che costeggia la collina sulla Valle, chiamato così dagli abitanti perché affianca i vigneti. Una tappa a Locorotondo prima del tramonto permette di assistere al magnifico spettacolo del sole che cala dalla cima della collina tra trulli e vigneti. Il borgo dista circa 9 km da Alberobello e circa 6 km da Martina Franca, quindi è facilmente raggiungibile da entrambe le città.

Continue Reading

Trending