Connect with us

Magazine

Vignanotica, spiaggia affascinante del Gargano

Published

on

Vignanotica

Nascosta tra gli anfratti del Gargano, la Vignanotica è una spiaggia fantastica, in assoluto tra le più belle delle coste pugliesi, affascinante e tutta da scoprire. Suggestivo istmo di ciottoli, situato ai piedi del Parco Naturale in direzione del comune di Vieste, è un piccolo tratto di costa che cattura il visitatore con il suo fascino.

Poco conosciuta e ancora lontana dal turismo di massa, Vignanotica è raggiungibile solo percorrendo un piccolo sentiero in terra battuta lungo tre chilometri. Per arrivare bisogna attraversare la Strada Provinciale 53, che collega Vieste e Mattinata: giunti sul posto, la spiaggia appare decorata da faraglioni bianchi che si tuffano a strapiombo sul mare e la rendono una delle più suggestive della costa garganica. Trasparenti e limpide, le acque hanno fondali alti e ghiaiosi e fanno sembrare la spiaggia un vero e proprio angolo di paradiso.

Meravigliosa la spiaggia di Vignanotica

Location ideale per concedersi una sana pausa di relax, la spiaggia di Vignanotica è un luogo perfetto da ammirare e da guardare come qualcosa di rara bellezza. Le sfumature di turchese delle acque assumono colori straordinari e dominano questa location che fa venire la voglia di lasciare tutto per rifugiarvisi.

Purtroppo non è adatta per le famiglie con bambini piccoli, proprio perché i fondali sono molto alti e la spiaggia è composta per lo più da ghiaia e poca sabbia, ma è ideale per i nuotatori esperti e per chi desidera un angolo tranquillo. Lungo il tratto di costa sono pochi gli stabilimenti balneari presenti ma chi desidera può godere dei loro servizi e concedersi una gita in barca per andare alla scoperta di questa meraviglia.  Da visitare nei dintorni la Grotta dei Colombi, la Grotta dei Sogni, l’Arco Ricamato e la Grotta Campana Grande, mentre chi desidera rimanere in spiaggia può godersi la meraviglia del mare e i suoi fondali affascinanti!

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Viaggi

Nel porto di Brindisi si può ammirare il Monumento al Marinaio

Il Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri

Published

on

Porto di Brindisi, il Monumento al Marinaio omaggio ai caduti

Alto 54 metri, il  Monumento al Marinaio è un omaggio ai caduti alto 54 metri che è stato realizzato nel 1993 per collocarlo nel porto di Brindisi. Il monumento è visibile da qualsiasi punto della città e dalla sua altezza si può godere una vista spettacolare su Brindisi. La statua si propone di celebrare tutti i marinai caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Infatti, fra il 1915 e il 1918 sono stati 33.900 gli uomini che hanno perso la vita e il maestoso monumento a forma di timone è stato realizzato per commemorarli.

Monumento al Marinaio si chiama “Sta come torre”

Realizzata dall’architetto Luigi Brunati e dallo scultore Amerigo Bartoli, l’opera si chiama “Sta come torre” ma tutti lo conoscono come il Monumento al Marinaio d’Italia. Alla base la scultura presenta una cripta a forma di scafo rovesciato e un altare con la statua della Vergine Stella Male. Come omaggio ai caduti sono stati apposti i nomi dei circa 6mila Marinai della Regia Marina Mercantile caduti dall’Unità d’Italia fino a quando il monumento è stato inaugurato. Inoltre, sono citate tutte le Medaglie d’Oro ottenute durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale sui quattro marmi bianchi posizionati sulle ultime 4 colonne del corridoio. Infine, sul piazzale antistante il monumento sono state collocate due ancore di proprietà dell’incrociatore austro-ungarico. Ci sono anche due cannoni austro-ungarici risalenti ad alcuni sommergibili.

Cosa c’è all’interno del monumento

Dentro il Monumento al Marinaio ci sono delle sale storiche in cui si possono ammirare oggetti e reperti come un fregio donato dalla Presidenza della Repubblica e l’urna contenente la sabbia di El Alamein. Inoltre, lungo le pareti delle scale interne c’è un percorso fotografico che narra il periodo dalla costruzione fino a quando il monumento è stato inaugurato. Dal terrazzo del monumento si può godere di una vista suggestiva su Brindisi. Per i cittadini questo monumento è diventato un vero e proprio simbolo e sono molto legati a quello che rappresenta, nonostante sia di epoca recente.

Continue Reading

Trending