Connect with us

Notizie

A Taranto ecco le strisce pedonali arcobaleno

Published

on

strisce pedonali arcobaleno

TARANTO –  Le strisce pedonali diventano artistiche e dipinte con tanti colori, per dare allegria e colore all’assetto urbano. L’iniziativa stavolta è partita dal centro, da via Mignogna, dove un tratto pedonale è stato oggetto del progetto “Color in the city”.

Le strisce pedonali arcobaleno colorano la città

L’opera realizzata grazie al progetto di Camp0agna è permanente e quasi completa e prevede anche la decorazione degli alberi che adornano la strada, però questa sarà temporanea. Gli spazi urbani da anonimi diventano così decorativi e si trasformano in installazioni artistiche. Domenico Campagna, 69 anni, è un artista originario di Adelfia, comune della provincia di Bari e in questi giorni ha voluto cimentarsi con questa nuova esperienza nel quartiere Tramontone, nella periferia Sud est di Taranto. Le strisce pedonali arcobaleno sono così comparse a colorare l’ambiente e spiccano fra i caseggiati moderni, l’asfalto e tutto il resto.

Domenico Campagna artista specializzato nelle installazioni

Con la sua iniziativa Campagna si propone dunque di colorare e ravvivare incroci e piazze, istituendo delle performance temporanee. L’artista ha spiegato che i colori utilizzati non sono pittura ma carta colorata applicata sull’asfalto a secco con carta adesiva.  La durata dell’installazione è durata il tempo necessario per renderla visibile ad alcuni cittadini, poi è stata rimossa. Prossimamente le sue installazioni si concentreranno su un’altra arteria periferica, via Ancona, e in Via Nuova, poi passerà alla costruzione di sagome colorate quadrifoglio in materiale sottile idrorepellente da installare sulla fontana nei giardini Virgilio.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement

Notizie

Bari, la spiaggia Pane e pomodoro meta di sporcaccioni

Rifiuti e degrado presso la spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Published

on

spiaggia pane e pomodoro bari
Riconoscimento editoriale: limipix

Anche se siamo in periodo invernale, sono in tanti a recarsi alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari, dove si vedono persone fare jogging, oppure una passeggiata, ma dove c’è anche tanto degrado. Infatti, sono in tanti a lasciare i rifiuti sulla spiaggia, scambiandola probabilmente per un luogo dove fare di tutto, anche quello che si fa in un bagno pubblico. Quando si entra dall’ingresso principale, è impossibile non notare i rifiuti e la sporcizia che c’è sotto i cespugli. Nonostante siano presenti i contenitori sulla spiaggia per la plastica, per rendere le persone responsabili e far capire loro che ci sono i luoghi dove gettarla, i rifiuti sparpagliati nell’area verde vicina alla strada sono di altro genere.

Degrado e incuria alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Nell’area verde della spiaggia Pane e pomodoro di Bari ci sono infatti una lunga serie di fazzolettini, feci umane,mascherine e cartacce di ogni tipo. Ovviamente ci sono anche cannucce, bottiglie di vetro, come al confezioni di plastica e polistirolo. Il presidente di Amiu, Sabino Persichella, ha detto che presto verrà effettuato un intervento nell’area, ma è inaudito che le persone abbiano un atteggiamento del genere. Pesichella ha aggiunto anche che sicuramente la stessa situazione si ricreerà il giorno dopo aver pulito l’area. Con il Covid il fenomeno è peggiorato notevolmente e sono stati notati comportamenti di assoluta indifferenza.

Anche altro oltre ai rifiuti

Persichella ha fatto appello ai cittadini di avere un comportamento migliore, per garantire alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari di tornare ad essere pulita, in vista della prossima estate, quando verrà frequentata regolarmente. Ma verso l’area del park & ride, nello spazio fuori dal bar, oltre ai rifiuti sono state trovate anche lastre di vetro rotte. Tra i cespugli, inoltre, sono stati rinvenuti diversi indumenti, delle sdraio attaccate alle recinzioni con le catene, una bicicletta attaccata un palo e tanti altri oggetti che evidenziano il degrado della zona.

Continue Reading

Trending