Connect with us

Notizie

Bari, a causa del coronavirus mega ritorno dal Nord al sud

Published

on

Coronavirus

Il coronavirus sta facendo registrare un forte esodo dal Nord al sud. Sono tanti gli universitari che stanno facendo ritorno a Bari e chi può si sta spostando per paura di contrarre il virus. Ovviamente chi lavora è impossibilitato a tornare nella propria città, ma gli studenti universitari stanno approfittando del fatto che gli atenei sono chiusi per scendere nella propria terra. Fin qui potrebbe essere tutto normale, tuttavia il problema riguarda il mezzo da prendere per tornare nella terra natia.

Esodo dal Nord a Sud per il coronavirus

La paura per chi vuole tornare al sud è quella di prendere i mezzi e contrarre il coronavirus. Il timore di essere contagiati ha spinto molti a scegliere di tornare in auto o a trovare altri mezzi alternativi al treno, ritenuto più pericoloso. C’è chi ha scelto l’autobus, chi il servizio BlaBla car, e a prezzi che sono addirittura rincarati. Ovunque però i posti sono difficili da trovare, e c’è anche chi deve ripiegare sugli aerei per tornare nel proprio paese.

Chi torna in Puglia dalle zone rosse deve comunicarlo

A parte le domande e la soluzione scelta per porre rimedio ad un eventuale contagio del coronavirus la regione Puglia invita comunque coloro che tornano a Bari e in altri luoghi a comunicare la loro presenza nel territorio. Si tratta di una cosa molto importante per fronteggiare questa emergenza e per impedire che il virus si propaghi ulteriormente. La raccomandazione ovviamente è fatta per coloro che tornano dal Piemonte, dalla Lombardia, dal Veneto, dall’Emilia Romagna, che hanno vissuto in queste regioni negli ultimi 14 giorni. Chi torna deve dunque comunicare il domicilio al proprio medico di medicina generale oppure farne comunicazione al Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending