Connect with us

Notizie

Bari, donazioni da tutto il mondo per le parrucche solidali

Published

on

parrucche solidali

BARI – Sono tantissime le donazioni di capelli provenienti da tutto il mondo per le parrucche solidali. Anche a Bari, come in altre parti del mondo, si raccolgono capelli e molte donazioni arrivano anche da tutta Italia. Le persone che li regalano lo fanno con lo scopo di consentire l’acquisto di parrucche da destinare ai malati di cancro che si sottopongono alla chemioterapia.

Le parrucche solidali un dono magnifico

Il vicepresidente della onlus, Marco Ficarra, ha affermato di ricevere in media trenta lettere a settimana, ma vi sono delle settimane particolari in cui sono anche centinaia. Nata nel 2016, l’associazione guidata da Anna Valentina De Marino ad oggi va a gonfie vele e i capelli donati aumentano sempre più. Nel 2018 l’associazione ha donato 50 parrucche, nel 2019 ne ha già donate 35, un risultato eccezionale che ha anche superato le aspettative. Vi sono lettere gialle che giungono anche dall’Austria, dal Messico, spedite da donne italiane che vivono in questi luoghi. Molti di coloro che inviano i capelli sono addirittura bambini.

Regole da rispettare per inviare i capelli

Per poter inviare i capelli i donatori devono rispettare delle regole. Il colore deve essere uniforme, devono essere lunghi almeno 25 centimetri e possono essere donati anche nel più assoluto anonimato. L’associazione in cambio pubblica le foto dei capelli sulla propria pagina Facebook ringraziando tutti coloro che li hanno inviati. Per realizzare le parrucche solidali l’associazione porta i capelli ricevuti in dono in un’azienda e loro danno le parrucche. Si tratta di parrucche spesso anche costose e non tutti hanno la possibilità di acquistarle. Per poterne avere una bisogna richiederla sul sito, ma non viene chiesta la situazione reddituale. Serve invece la documentazione che certifica la patologia e il trattamento di chemioterapia.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending