Connect with us

Notizie

A Bari meeting su ictus e telemedicina

Si terrà il 3 luglio a Bari il meeting su ictus e telemedicina, tante le personalità che interverranno

Published

on

Bari meeting su ictus e telemedicina

Al meeting su ictus e telemedicina che si terrà il 3 luglio a Bari sarà presente anche il governatore Emiliano. Il meeting è organizzato dall’Associazione italiana di sanità digitale e Telemedicina e dalla Regione e tratterà i progressi che ci sono stati negli interventi durante l’emergenza nella regione. L’ictus è la causa principale di invalidità permanente ed è tra le patologie più gravi e più diffuse. Diagnosticarlo tempestivamente e attuare una efficace riabilitazione sono due aspetti che permettono ai pazienti di riprendersi con maggiore velocità. Far riacquistare al paziente l’autonomia il più rapidamente possibile è quanto si propongono di fare i medici.

Al meeting su ictus e telemedicina molti interventi

La telemedicina e l’uso di comunicazione avanzati sono importantissimi per consentire di agire tempestivamente su coloro che vengono colpiti da ictus. Il Telestroke favorisce la riduzione dei deficit neurologici e si propone come uno strumento molto efficace. Ad aprire il meeting su ictus e telemedicina con i saluti sarà Pier Luigi Lopalco, assessore regionale alla Salute, e farà lo stesso anche il direttore Area Reti Cliniche AReSS Puglia Ettore Attolini. Prenderà per primo la parola il responsabile scientifico dell’evento,  Ottavio Di Cillo, direttore Area E-Health AReSS Puglia e Centrale Operativa Regionale Cronicità e Reti Cliniche.

Medici, farmacisti e ospedalieri potranno accedere al meeting

Al meeting su ictus e telemedicina ci saranno Giuseppe Rinaldi, Vito Montanaro, Leonardo Barbarini, il  responsabile Stroke Unit UOC Neurologia Ospedale Dimiccoli di Barletta Vincenzo Lucivero, Marialuisa Zedde – Stroke Unit AUSL di Reggio Emilia. Potranno accedere all’incontro medici, farmacisti territoriali e ospedalieri. A mezzogiorno ci sarà una tavola rotonda sulle attrezzature per gestire la fase post-acuta dell’icuts e sarà Giovanni Gorgoni, direttore generale dell’AReSS Puglia, a fare da moderatore all’evento. Prenderanno parte alla tavola rotonda i professori Francesco Giorgino, Pietro Fiore, Maria Trojano, Giancarlo Logroscino, e i medici Mariantonietta Savarese e Donato Monopol. A chiudere il meeting sarà il presidente della regione.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

A Vico del Gargano San Valentino è patrono degli agrumi

San Valentino patrono degli agrumi, a Vico del Gargano un simbolo che sta tra amore e leggenda

Published

on

Vico del Gargano San Valentino è patrono degli agrumi

In uno dei luoghi più caratteristici della Puglia, a Vico del Gargano, San Valentino non è solo il patrono degli innamorati ma è anche patrono degli agrumi. Nel comune pugliese, tutelato appunto da San Valentino, la tradizione vuole che il Santo sia molto venerato a partire dal 1618, quando furono portate in città le reliquie del Patrono. I Vichesi prima di questa data avevano come patrono San Norberto, che festeggiavano nel mese di giugno. Ma poiché la festa si svolgeva in piena estate, gli abitanti del luogo non erano contenti, e volevano pregare per proteggere dai venti e dalle grandinate le coltivazioni.

San Valentino venerato a Vico del Gargano

All’epoca, dunque, diversi cittadini andarono a Roma per cercare un Santo Patrono in grado di soddisfare le richieste. Secondo la leggenda, il capo di questa spedizione andò a sbattere la testa contro il braccio che sporgeva  dall’oculo di San Valentino. L’incidente venne interpretato come un segno divino e i cittadini furono convinti che fosse lui il nuovo protettore della città. La festa del 14 febbraio a distanza di 400 anni la è ancora molto sentita dagli abitanti di Vico e sono tanti i turisti innamorati che scelgono la città pugliese per trascorrere una giornata romantica passeggiando fra i suggestivi vicoli.

Terrarancia celebra il paese dell’amore

Patrono non solo degli innamorati, ma anche degli agrumi, San Valentino festeggia quindi anche la terra ricca di agrumeti famosi nel mondo. Ogni anno proprio per questo si celebra l’evento “Terrarancia” che narra le meraviglie del paese dell’amore. A Vico nel giorno della festa uno dei luoghi più visitati è il suggestivo “Vicolo del bacio”, una via larga soli 50cm, che le coppie percorrono stretti stretti, rimanendo per forza attaccati l’uno con l’altro. Un’altra tradizione è bere il succo delle arance  per coronare il proprio sogno d’amore, che pare faccia da filtro per tutti gli innamorati che non vengono ricambiati.

Continue Reading

Trending