Connect with us

Notizie

Crolla la fecondazione assistita in Puglia

In Puglia crolla la fecondazione assistita, nella regione si fanno sempre meno figli

Published

on

fecondazione assistita

Parlano da soli i dati illustrati durante il convegno sul “Ruolo del medico del territorio nel percorso clinico-diagnostico dell’infertilità di coppia, organizzato da Fondazione Foresta in collaborazione con l’Università di Foggia. In Puglia crolla la fecondazione assistita, nella regione si fanno sempre meno figli. Il problema della natalità in Italia di recente è stato analizzato dall’ISTAT e dal Registro PMA dell’Istituto Superiore di Sanità. Quasi ovunque la popolazione è in calo e nel 2021 sono nati 384 mila bambini meno rispetto al 2020. La natalità nazionale negli ultimi 12 anni è calata addirittura del 30%.

Si riducono le coppie che cercano la fecondazione assistita

L’analisi dei dati ha fatto emergere che un numero medio di figli per donna è di 1,24, mentre il numero medio nella regione Puglia è di 1,17, ma a Lecce si riduce ancora, diventa infatti 1,11. I motivi per cui non vi sono nascite spaziano da quelli economici a quelli sociali, ma si riducono anche le coppie fertili e ulteriormente coloro che cercano la fecondazione assistita. L’indagine epidemiologica svolta dalla Fondazione Foresta in epoca pre-COVID, nel 2018/19, sugli studenti delle scuole medie-superiori di Lecce, ha permesso di accertare che il 30% dei giovani all’esame del liquido seminale mostrava già importanti alterazioni dei parametri di fertilità.

In Puglia si effettuano cicli minori

Le alterazioni emerse dall’indagine clinica sono significative e possono giustificare le anomalie dei parametri seminali, accentuando quindi l’esigenza di una prevenzione andrologica a 18 anni. Inoltre, dai dati del Registro PMA dell’Istituto Superiore di Sanità è emerso che nei centri dove si svolgono tecniche di PMA in Puglia si effettuano cicli minori rispetto alla media nazionale. Nello specifico, negli 11 centri della Regione vengono effettuati solo 755 cicli di PMA rispetto a 1.341 cicli come da media nazionale. I dati dimostrano che molti pazienti infertili svolgono cicli di fecondazione assistita in altre regioni. Il professor Carlo Foresta ha sottolineato che bisognerà analizzare questo problema.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

A Vico del Gargano San Valentino è patrono degli agrumi

San Valentino patrono degli agrumi, a Vico del Gargano un simbolo che sta tra amore e leggenda

Published

on

Vico del Gargano San Valentino è patrono degli agrumi

In uno dei luoghi più caratteristici della Puglia, a Vico del Gargano, San Valentino non è solo il patrono degli innamorati ma è anche patrono degli agrumi. Nel comune pugliese, tutelato appunto da San Valentino, la tradizione vuole che il Santo sia molto venerato a partire dal 1618, quando furono portate in città le reliquie del Patrono. I Vichesi prima di questa data avevano come patrono San Norberto, che festeggiavano nel mese di giugno. Ma poiché la festa si svolgeva in piena estate, gli abitanti del luogo non erano contenti, e volevano pregare per proteggere dai venti e dalle grandinate le coltivazioni.

San Valentino venerato a Vico del Gargano

All’epoca, dunque, diversi cittadini andarono a Roma per cercare un Santo Patrono in grado di soddisfare le richieste. Secondo la leggenda, il capo di questa spedizione andò a sbattere la testa contro il braccio che sporgeva  dall’oculo di San Valentino. L’incidente venne interpretato come un segno divino e i cittadini furono convinti che fosse lui il nuovo protettore della città. La festa del 14 febbraio a distanza di 400 anni la è ancora molto sentita dagli abitanti di Vico e sono tanti i turisti innamorati che scelgono la città pugliese per trascorrere una giornata romantica passeggiando fra i suggestivi vicoli.

Terrarancia celebra il paese dell’amore

Patrono non solo degli innamorati, ma anche degli agrumi, San Valentino festeggia quindi anche la terra ricca di agrumeti famosi nel mondo. Ogni anno proprio per questo si celebra l’evento “Terrarancia” che narra le meraviglie del paese dell’amore. A Vico nel giorno della festa uno dei luoghi più visitati è il suggestivo “Vicolo del bacio”, una via larga soli 50cm, che le coppie percorrono stretti stretti, rimanendo per forza attaccati l’uno con l’altro. Un’altra tradizione è bere il succo delle arance  per coronare il proprio sogno d’amore, che pare faccia da filtro per tutti gli innamorati che non vengono ricambiati.

Continue Reading

Trending