Connect with us

Notizie

Di nuovo in Puglia la troupe di Linea Verde

Published

on

Di nuovo in Puglia la troupe di Linea Verde

Ritorna in Puglia la troupe di Linea Verde,  per la precisione tra Locorotondo e Martina Franca. Le riprese  del programma di Rai condotto Beppe Convertini e Ingrid Muccitelli si sono tenute lo scorso 6 e 7 novembre. Le tematiche affrontate in queste riprese e i luoghi esplorati potranno essere visti  nella puntata che andrà in onda il prossimo dicembre. La troupe ha dunque scelto le bellezze della Valle d’Itria e si è concentrata sul centro storico e le vie principali delle due cittadine, e sulle botteghe che vi si affacciano.

Grande ringraziamento a Linea Verde dall’assessore Prete

Terra di grandi bellezze e caratteristiche particolari, la Valle D’Itria è dunque la zona della Puglia che sarà oggetto nella puntata di dicembre di Linea Verde. La zona, ricca di tradizioni  e prodotti tipici, offre davvero meraviglie naturali di grande valore ma anche prodotti spettacolari, e le cittadine di Locorotondo e Martina Franca saranno l’esempio per tutta la valle. Ad esprimere profonda soddisfazione per la scelta del programma è l’assessore alla Cultura e al Turismo di Locorotondo Ermelinda Prete. L’assessore ha detto di essere entusiasta per aver ospitato la troupe e ha ringraziato anche coloro che hanno partecipato al programma.

La troupe anche a Grotte di Castellana e Gioia del Colle

La troupe di Linea Verde durante le riprese ha visitato le Grotte di Castellana, il Castello di Gioia del Colle e altre località vicine per scoprire sapori e prodotti del territorio. Il conduttore della trasmissione, Beppe Convertini, è originario di Martina Franca e ha detto di essere orgoglioso di aver realizzato il sogno di far conoscere la bellezza dei luoghi pugliesi. Tra masserie, uliveti  e trulli la natura è davvero uno spettacolo!

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending