Connect with us

Notizie

Doppi turni scuola, 55 presidi chiedono una revisione alla prefetta di Bari

Ben 55 presidi hanno chiesto alla prefetta di Bari una revisione dei doppi turni scuola

Published

on

Doppi turni scuola puglia
Riconoscimento editoriale: MikeDotta / Shutterstock.com

Una richiesta fatta da 55 presidi è giunta con urgenza alla prefetta di Bari. La richiesta riguarda la revisione dei doppi turni scuola e quindi è stato chiesto un incontro urgente per avere un confronto e capire se vi sono probabilità per rendere gli obblighi previsti dal documento operativo più flessibili. I presisi hanno detto di voler capire se è possibile fare una revisione, tenendo conto della valutazione e del monitoraggio delle situazioni, o magari delle singole scuole e territori. I 55 dirigenti di licei, istituti tecnici e professionali dell’area metropolitana di Bari hanno dunque chiesto un confronto con la prefetta.

I doppi turni scuola sono da rivedere

I dirigenti hanno ribadito che è giusto dare diritto a presenza, ma bisogna anche diritto allo studio. Proprio per questo bisogna rivedere i doppi turni scuola, previsti dall’applicazione del piano operativo che la Prefettura ha varato nei giorni scorsi. I turni doppi di ingresso prevedono l’entrata del 75% degli studenti alle 8:00, il restante 25% alle 9.40 per rispettare il limite dell’80% di capienza a bordo sui mezzi pubblici. I presidi hanno messo in evidenza nella loro richiesta che vi sono scuole in cui l’uscita è prevista dopo 5 ore di lezione, altre dopo 6 e altre ancora dopo 7.

Bisogna garantire il diritto alla scuola

I dirigenti che hanno inviato alla prefetta di Bari la richiesta per un incontro urgente dove discutere dei doppi turni scuola hanno detto che scaglionando l’ingresso gli studenti dei licei escono oltre le 15, e a quelli degli istituti professionali oltre le 17. Il problema è anche per gli studenti pendolari, che rientrando a casa nel tardo pomeriggio non riescono a svolgere i compiti e studiare. Dunque, non bisogna garantire solo il diritto alla presenza a scuola, ma anche quello allo studio. I presidi hanno evidenziato nel documento che con i doppi turni è impossibile svolgere attività didattiche pomeridiane e bisogna accorciare le ore d’insegnamento e farle diventare di 50 o 55 minuti per ora.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Da giugno sarà attivo il volo Bari Belgrado

Il volo Bari Belgrado verrà attivato a giugno da Air Serbia

Published

on

Airlines volo diretto Bari - Copenaghen

Sarà attivato a giugno 2022 da Air Serbia il volo Bari Belgrado, che metterà in collegamento la Puglia con la Serbia. La tratta verrà operata con tre frequenze settimanali, che cadranno lunedì, giovedì e domenica, con un aeromobile ATR 72 da 72 posti. Claudio Stefanazzi, capo di gabinetto della Regione Puglia, si è mostrato molto soddisfatto per questa nuova tratta. Stefanazzi ha detto che il tavolo tecnico istituito presso la presidenza della Regione Puglia, una volta accertato l’interesse per aprire un collegamento fra la Puglia e l’area balcanica, si è attivato subito per gettare le basi di un volo che rappresentasse un ponte tra l’arte e la cultura di due territori amici e vicini da sempre.

Il volo Bari Belgrado ponte tra arte e cultura

Il vice presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile, ha detto che il rafforzamento del network internazionale risponde alla strategia tracciata in collaborazione con Air Serbia, che ha sottolineato sempre la necessità vi fossero nuovi target tali da rispondere allo sviluppo turistico ed a quello economico. Il volo Bari Belgrado per le imprese pugliesi che hanno interessi in quella area europea è strategico, ed è la conclusione di un lavoro avviato con passione e portato a termine con caparbietà durante il periodo complesso della pandemia.

Rinforzata l’amicizia fra Puglia e Serbia

Il giornalista Franco Giuliano,  presidente onorario  della Fondazione “L’isola che non c’è”, ha sottolineato che il volo Bari Belgrado collega la Puglia con un territorio che il mare Adriatico unisce e non divide. Questo ponte, tradito dalla guerra, avrebbe potuto avere verso la guerra un ruolo diplomatico probabilmente importante. Il riavvicinamento grazie a questa tratta simboleggia una promessa verso uno sviluppo reciproco dei rapporti, ma anche un pegno verso la storia che ha portato dai Balcani popoli dai quali è nata la città di Bari.  Questo collegamento è anche un altro passo per avvicinare la regione di più a Sarajevo, città-simbolo per un passato recente che non deve ripetersi.

Continue Reading

Trending