Connect with us

Notizie

Il Green Pass vaccinale aiuterà l’economia pugliese

Published

on

green pass vaccinale

Coldiretti Puglia ha fatto un’indagine sul Green Pass vaccinale e ha dedotto che aiuterà l’economia pugliese. Il documento scaricabile sarà perfetto per facilitare gli spostamenti nel territorio e senza le restrizioni attuate con le zone rosse e arancioni, e con l’accelerazione della campagna vaccinale, la situazione migliorerà di certo. Coldiretti ha ribadito che combattere il virus è importante per superare la crisi dei vari settori, anche di quelli più colpiti come alberghi e i ristoranti. Il calo per entrambi è stato del 42%, mentre un calo del 26,5% si è registrato per i trasporti.

Green Pass vaccinale per economia e lavoro

Il calo drastico dei consumi nella ristorazione ha travolto interi comparti dell’agroalimentare Made in Italy. Le perdite stimate da Coldiretti ammontano a 11,5 miliardi, e dopo un anno di aperture alternate tutta la filiera del consumo fuori casa è stata annientata. Il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, ha detto che si sta predisponendo un piano operativo con la Regione per effettuare le vaccinazioni aziendali. Inoltre, Coldiretti in Puglia vanta già 12 hub ritenuti validi dalla Protezione Civile nazionale per incrementare la campagna vaccinale nelle zone rurali. Al Green Pass vaccinale deve corrispondere anche la riapertura dei servizi di ristorazione, anche quelli al chiuso.

Necessari per il rilancio dell’economia gli stranieri

Un altro punto sul quale insiste Coldiretti Puglia è l’ingresso dei turisti stranieri in Italia, ma conta anche la revisione del coprifuoco alle ore 22,00. L’avanzare dei vaccini e la riduzione del numero di contagi dovrebbero essere due fattori decisivi per fare altre concessioni, in vista del fatto che dovrebbero riprendere anche le cerimonie. Soprattutto nelle destinazioni più gettonate grava l’ospitalità turistica di turisti italiani e stranieri in vacanza in Puglia. Il Green Pass vaccinale è un documento che permetterà di spostarsi lungo il territorio nazionale, tuttavia bisogna offrire ai turisti occasioni di intrattenimento e possibilità di stare il più a lungo all’aperto.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Interventi di bonifica per siti orfani in Puglia approvati dal Ministero

Published

on

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Su proposta della Regione Puglia il Ministero per la Transizione Ecologica ha approvato l’elenco dei siti orfani in Puglia. Si tratta di siti potenzialmente inquinati in cui è stato difficile eseguire interventi di bonifica a causa di problemi burocratici oppure perché non è stato possibile individuare i proprietari. Sono stati individuati sei interventi per la Regione Puglia, sui dieci presentati, che interessano complessivamente una superficie di circa 10 ettari. I siti localizzati si trovano a Brindisi, Lecce, Santeramo in Colle, Troia e Diso. Grazie ai fondi del Pnrr questi siti verranno bonificati e il ministero ha approvato l’elenco.

I siti orfani in Puglia individuati sono sei

Sono dunque sei i siti orfani in Puglia dove verranno effettuati interventi di bonifica. I primi interventi interesseranno Lecce, Brindisi e Santeramo in Colle. A Brindisi verrà sottoposto a bonifica l’Impianto di discarica Nubile S.l.r. in contrada Autigno e la spesa prevista è di 240.000 euro. A Lecce ad essere interessato dalla bonifica sarà l’Ex inceneritore della Saspi in Via Vecchia Lizzanello, situato a circa 1 km dal centro abitato a sudest di Lecce. La spesa prevista per questo intervento è di 54.000 euro. A Santeramo in Colle oggetto dell’intervento di bonifica sarà la discarica abusiva di Masseria Luparelli, per il quale è prevista una spesa di 240mila euro.

Quali sono i siti del secondo stralcio

Rientrano nel secondo stralcio i siti orfani in Puglia di Troia e di Diso. A Troia verrà bonificato l’Ex Opificio I.A.O. S.r.l. in località Montecalvello e l’Ex Opificio Zincherie Adriatiche e aree limitrofe. Invece, ad essere interessato dall’intervento di bonifica a Diso sarà un’area della strada provinciale 82 per Spongano. L’assessora all’Ambiente, Territorio e Urbanistica Anna Grazia Maraschio ha detto che il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il territorio, importante per intervenire su problemi ambientali da tempo aperti e mai risolti. Mettere in sicurezza questi siti è una delle priorità della sua azione politica e ha ringraziato gli uffici che hanno fornito le proposte progettuali al Mite in tempi rapidi.

Continue Reading

Trending