Connect with us

Notizie

Impianti di depurazione presentano problemi, lo dice il monitoraggio di Arpa Puglia

Published

on

impianti di depurazione

Arpa Puglia ha effettuato un monitoraggio sugli impianti di depurazione pugliesi che ha permesso di rilevare moltissime criticità. Gli impianti in attività a servizio degli agglomerati pugliesi sono 185, di cui 181 sono gestiti da Acquedotto Pugliese e 4 dai Comuni. I depuratori che hanno problemi sono 33 e sono stati trovati non conformi alla direttiva comunitaria sul trattamento delle acque reflue urbane. Tre di questi hanno avuto dei lavori in corso, su 9 sono stati programmati degli interventi di adeguamento e potenziamento, su 2 gli interventi verranno eseguiti dopo il 2023. Gli altri 18 dovranno migliorare la gestione effettuando interventi di manutenzione straordinaria.

I dati sugli impianti di depurazione sono stati diffusi da Goletta Verde

Durante l’incontro di Goletta Verde 2021 sono stati diffusi i dati sugli impianti di depurazione. All’incontro erano presenti il presidente di Legambiente Puglia Ruggero Ronzulli,il  presidente nazionale Legambiente Stefano Ciafani, la portavoce di Goletta Verde Cristiana Biondo, l’assessore al bilancio, infrastrutture, risorse idriche e tutela delle acque, Raffaele Piemontese, il direttore scientifico Arpa Puglia ; Vincenzo Campanaro, il direttore generale Autorità Idrica Pugliese Vito Colucci, il capitano di vascello, direttore marittima di Bari ; CP Alessandro Ducci, e il responsabile Conou, Coordinamento Area Centro Sud Marco Paolilli. Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente, ha detto che anche la Puglia fa parte delle regioni che hanno causato le procedure di infrazione all’Italia da parte dell’Unione Europea.

Approvato all’unanimità il punto relativo al progetto definitivo

La Regione Puglia negli ultimi anni ha messo in campo diverse iniziative volte a incentivare il riutilizzo delle acque reflue in agricoltura. Per questo motivo ha finanziato 12 interventi con le risorse del POR Puglia 2014 – 2020 az. 6.4.3 e 19 interventi con le risorse FSC 2014 – 2020. Nel 2020 sono però solamente 4 gli impianti di affinamento che hanno conferito acqua per riutilizzarla in agricoltura. Si bratta di Ostuni, Corsano, Gallipoli e Fasano, che però non è gestito da Acquedotto Pugliese. Lo scorso 30 luglio il consiglio comunale ha approvato all’unanimità il punto relativo al progetto definitivo per riutilizzare le acque reflue ai fini irrigui.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Bari, la spiaggia Pane e pomodoro meta di sporcaccioni

Rifiuti e degrado presso la spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Published

on

spiaggia pane e pomodoro bari
Riconoscimento editoriale: limipix

Anche se siamo in periodo invernale, sono in tanti a recarsi alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari, dove si vedono persone fare jogging, oppure una passeggiata, ma dove c’è anche tanto degrado. Infatti, sono in tanti a lasciare i rifiuti sulla spiaggia, scambiandola probabilmente per un luogo dove fare di tutto, anche quello che si fa in un bagno pubblico. Quando si entra dall’ingresso principale, è impossibile non notare i rifiuti e la sporcizia che c’è sotto i cespugli. Nonostante siano presenti i contenitori sulla spiaggia per la plastica, per rendere le persone responsabili e far capire loro che ci sono i luoghi dove gettarla, i rifiuti sparpagliati nell’area verde vicina alla strada sono di altro genere.

Degrado e incuria alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Nell’area verde della spiaggia Pane e pomodoro di Bari ci sono infatti una lunga serie di fazzolettini, feci umane,mascherine e cartacce di ogni tipo. Ovviamente ci sono anche cannucce, bottiglie di vetro, come al confezioni di plastica e polistirolo. Il presidente di Amiu, Sabino Persichella, ha detto che presto verrà effettuato un intervento nell’area, ma è inaudito che le persone abbiano un atteggiamento del genere. Pesichella ha aggiunto anche che sicuramente la stessa situazione si ricreerà il giorno dopo aver pulito l’area. Con il Covid il fenomeno è peggiorato notevolmente e sono stati notati comportamenti di assoluta indifferenza.

Anche altro oltre ai rifiuti

Persichella ha fatto appello ai cittadini di avere un comportamento migliore, per garantire alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari di tornare ad essere pulita, in vista della prossima estate, quando verrà frequentata regolarmente. Ma verso l’area del park & ride, nello spazio fuori dal bar, oltre ai rifiuti sono state trovate anche lastre di vetro rotte. Tra i cespugli, inoltre, sono stati rinvenuti diversi indumenti, delle sdraio attaccate alle recinzioni con le catene, una bicicletta attaccata un palo e tanti altri oggetti che evidenziano il degrado della zona.

Continue Reading

Trending