Connect with us

Notizie

Le reti colabrodo in Puglia hanno causato 1 miliardo di euro di danni

Oltre un miliardo di euro sono i danni causati dalle reti colabrodo in Puglia

Published

on

Reti colabrodo in Puglia

Coldiretti lancia l’allarme per il dissesto idrico causato dalle reti colabrodo in Puglia. Nella regione si perde 1 litro di acqua su 2, e con l’emergenza sanitaria è un lusso che non ci si può permettere. Infatti, l’acqua è fondamentale per assicurare l’approvvigionamento alimentare in un contesto in cui si assiste al calo degli scambi commerciali e alle speculazioni che spingono gli Stati ad accaparrarsi i beni essenziali per garantire gli alimenti alla popolazione. Coldiretti Puglia segnala la condizione dei grandi serbatoi della regione e della Basilicata al termine dell’anno, in cui si registra un calo del pur ampio surplus sul 2020 a causa della scarsezza delle precipitazioni autunnali.

Ingenti i danni causati dalle reti colabrodo in Puglia

Coldiretti ha aggiunto che i danni del dissesto idrico a causa delle reti colabrodo in Puglia toccano quasi il miliardo di euro di richieste di risarcimento. Nubifragi e piogge torrenziali, ma anche la siccità hanno indebolito un territorio che non era affatto forte. Il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, ha sottolineato che bisogna sfruttare al meglio tutte le risorse che la programmazione degli interventi idrici e di riassetto del territorio nei prossimi anni sta mettendo a disposizione. Finora è andata persa l’opportunità di fare la bonifica integrale nella regione, e nel tempo sono sorte nuove esigenze di manutenzioni delle opere di bonifica.

I cittadini hanno bisogno della sicurezza ambientale

Coldiretti Puglia ha anche detto che la regione e l’assessore regionale all’Agricoltura Pentassuglia dovranno garantire la sicurezza ambientale ai cittadini, e dovranno anche contrastare il dissesto idrogeologico. Non solo, dovranno garantire anche e acqua per l’agricoltura e dovranno assicurare al Consorzio risorse economiche adeguate per cominciare un programma di manutenzione delle opere di bonifica idraulica. Solo attraverso queste azioni sarà possibile riprendere pienamente la manutenzione delle opere pubbliche. Coldiretti ha ribadito che l’ANBI è disposta a garantire la propria collaborazione, allo scopo di permettere ai Consorzi commissariati da anni di svolgere nuovamente il proprio ruolo di ente pubblico economico.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending