Connect with us

Notizie

Legionella, incidente probatorio stabilirà legame su morti in Policlinico Bari

Gli indagati secondo le ipotesi avrebbero omesso l’adozione delle misure idonee

Published

on

Legionella, incidente probatorio stabilirà legame su morti in Policlinico Bari

Un incidente probatorio stabilirà un legame sulle morti in Policlinico. Nello specifico si tratta delle morti di quattro pazienti deceduti tra il 2018 e il 2020 nel Policlinico di Bari. L’incidente è stato chiesto a settembre dinanzi alla gip Luigia Lambriola, che però non lo ha accettato. A novembre 2020 due padiglioni del Policlinico, secondo econdo l’ipotesi della pm Grazia Errede e del procuratore aggiunto Alessio Coccioli, gli indagati avrebbero omesso di adottare le misure idonee, poi, un mese dopo, c’è stata l’interdizione di tre dirigenti per reati di omissione di atti d’ufficio e la bonifica necessaria negli impianti idrici dei reparti dove era stata confermata la presenta del batterio. IL Tribunale del Riesame nel febbraio 2021 ha annullato provvedimenti interdittivi.

Incidente probatorio da dimostrare

Le interdizioni sono state annullate perché è stato ritenuto che i vertici del Policlinico non siano stati inerti sul problema della legionella e che non c’era alcuna prova che i decessi fossero collegati all’infezione contratta in ospedale. Il 10 giugno si può impugnare la decisione con tre ricorsi per Cassazione, che verranno discussi insistendo per l’interdizione del direttore generale del Policlinico Giovanni Migliore. I pm hanno chiesto anche un incidente probatorio in cui fa parte una perizia medico-legale che cristallizza il presunto collegamento. Secondo la Procura è innegabile che l’infezione da legionella si fosse sovrapposta alla precedente situazione di comorbilità, e l’ha peggiorata talmente tanto sino al punto da causarne il decesso. L’incidente stabilirà se c’è un legame tra l’infezione da legionella e la morte.

Incidente probatorio scelto per Giulia

L’incidente probatorio, che la Procura di Bari ha chiesto, comincerà a settembre davanti alla gip Luigia Lambriola. L’inchiesta dei carabinieri del Nas, che il procuratore aggiunto Alessio Coccioli ha coordinato, e ha portato al sequestro di due padiglioni del Policlinico nel novembre 2020.  Un mese dopo, quando tre dirigenti per i reati di omissione di atti d’ufficio e morte sono stati interdetti, sono stati quindi certi di non aver fatto la bonifica necessaria agli impianti idrici dei reparti in cui era stata accertata la presenza del batterio.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Published

on

vaccini pfizer e moderna

Anche in Puglia verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60. A comunicarlo sono stati Lopalco, assessore alla Sanità, e Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Salute. La decisione di seguire la direttiva nazionale è scaturita dagli eventi avversi accaduti di recente. Il CTS ha aggiornato le indicazioni per portare avanti la campagna vaccinale anti covid e ha introdotto delle nuove regole per salvaguardare la salute dei cittadini. Lopalco e Montanaro hanno emanato una circolare in cui indicano quali sono le direttive nazionali da seguire. Il CTS nel prendere nuove decisioni ha tenuto conto delle valutazioni prese dopo l’incontro della Cabina di Regia.

Anche in Puglia solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60

Secondo quanto definito dalla CTS di AIFA Astrazeneca potrà essere somministrato solamente a soggetti di età superiore ai 60 anni. La Puglia ha dunque emanato una circolare per comunicare ai vari enti come proseguire per portare avanti il Piano Strategico Regionale Vaccinazione anti Covid-19. A meno che non vi siano altre disposizioni dal ministero, tutti gli Enti ed i soggetti coinvolti nella campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 devono seguire quanto deciso dalla regione, in modo da assicurare un proseguimento corretto della campagna vaccinale. La nuova modifica contenuta nella circolare è che agli under 60 verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna, sia come prima dose che come seconda dose dopo Astrazeneca.

Dopo 8-10 settimane dalla prima dose verrà somministrata la seconda

Nella circolare la regione Puglia ha comunicato che i vaccini a vettore virale, Vaxzevria e Janssen, devono essere somministrati solamente alle persone di età superiore o uguale ai 60 anni di età. I vaccini Pfizer e Moderna devono invece essere somministrati agli under 60, sia come prima dose che come seconda dose dopo aver ricevuto una dose di vaccino Astrazeneca. A queste persone la seconda dose con un vaccino ad m-RNA verrà somministrata dopo 8-10 settimane dalla prima. Verrà fatto un vaccino m-RNA a tutti gli altri soggetti di età inferiore ai 60 anni che non si sono ancora vaccinati.

Continue Reading

Trending