Connect with us

Notizie

Maltempo nel Gargano, allagamenti e frane ovunque

Tanti i disagi, frane e allagamenti causati dal maltempo nel Gargano

Published

on

maltempo nel Gargano

Nel tardo pomeriggio di sabato 28 agosto si è abbattuto un violento maltempo nel Gargano, che ha portato un’altra scarica d’acqua soprattutto nelle località costiere. Tanti i danni causati in molti centri, e numerosi i disagi anche sulle strade. Il centralino dei vigili del fuoco ha squillato ininterrottamente per gli allagamenti e gli alberi abbattuti dai temporali. La bomba d’acqua che ha colpito il Foggiano ha creato disagi soprattutto nella zona di Peschici, dove il forte vento e il violento temporale hanno causato una frana nel costone roccioso lungo la Statale 89. La frana ha fatto rallentare il traffico e gli uomini della Protezione Civile, per liberare la strada dai detriti, hanno lavorato fino a tarda notte.

Tanti i disagi a causa del maltempo nel Gargano

Numerosi i disagi causati dal maltempo nel Gargano anche sulla strada tra San Menaio e Rodi Garganico. Le ruspe anche qui sono dovute intervenire per togliere i detriti dall’asfalto. L’interruzione della linea ferroviaria Rodi-San Menaio ha causato bon pochi problemi e sono stati messi dei bus sostitutivi ai treni per viaggiate con gli orari in vigore. Anche a Vico del Gargano, a San Nicandro Garganico e a Ischitella ci sono stati allagamenti di box e scantinati, e alcune strade sembravano addirittura dei torrenti. Anche a Lido del Sole e Cagnano Varano e Ischitella ci sono stati allagamenti, e frane e smottamenti hanno causato problemi alla circolazione.

Bisogna intervenire per evitare le bombe d’acqua

Carmine d’Anelli, sindaco di Rodi Garganico, ha sottolineato che le bombe d’acqua mettono come sempre in ginocchio i territori. Il sindaco ha detto che gli interventi sulla Rodi-San Menaio sono stati fatti a tempio record e gli operai hanno lavorato tutta la notte. Il sindaco ha ricordato l’alluvione del 2014, quando dopo il disastro risollevarsi fu davvero molto difficile. D’Anelli ha detto che bisogna fare adesso la conta dei danni, e stavolta bisogna trovare una soluzione per evitare che ogni volta accada tutto questo. Stando a quanto detto dal sindaco di Rodi Garganico gli interventi idraulici sulla Rodi-San Menaio non sono più rinviabili e questa situazione adesso deve essere affrontata una volta per tutte.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Interventi di bonifica per siti orfani in Puglia approvati dal Ministero

Published

on

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Su proposta della Regione Puglia il Ministero per la Transizione Ecologica ha approvato l’elenco dei siti orfani in Puglia. Si tratta di siti potenzialmente inquinati in cui è stato difficile eseguire interventi di bonifica a causa di problemi burocratici oppure perché non è stato possibile individuare i proprietari. Sono stati individuati sei interventi per la Regione Puglia, sui dieci presentati, che interessano complessivamente una superficie di circa 10 ettari. I siti localizzati si trovano a Brindisi, Lecce, Santeramo in Colle, Troia e Diso. Grazie ai fondi del Pnrr questi siti verranno bonificati e il ministero ha approvato l’elenco.

I siti orfani in Puglia individuati sono sei

Sono dunque sei i siti orfani in Puglia dove verranno effettuati interventi di bonifica. I primi interventi interesseranno Lecce, Brindisi e Santeramo in Colle. A Brindisi verrà sottoposto a bonifica l’Impianto di discarica Nubile S.l.r. in contrada Autigno e la spesa prevista è di 240.000 euro. A Lecce ad essere interessato dalla bonifica sarà l’Ex inceneritore della Saspi in Via Vecchia Lizzanello, situato a circa 1 km dal centro abitato a sudest di Lecce. La spesa prevista per questo intervento è di 54.000 euro. A Santeramo in Colle oggetto dell’intervento di bonifica sarà la discarica abusiva di Masseria Luparelli, per il quale è prevista una spesa di 240mila euro.

Quali sono i siti del secondo stralcio

Rientrano nel secondo stralcio i siti orfani in Puglia di Troia e di Diso. A Troia verrà bonificato l’Ex Opificio I.A.O. S.r.l. in località Montecalvello e l’Ex Opificio Zincherie Adriatiche e aree limitrofe. Invece, ad essere interessato dall’intervento di bonifica a Diso sarà un’area della strada provinciale 82 per Spongano. L’assessora all’Ambiente, Territorio e Urbanistica Anna Grazia Maraschio ha detto che il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il territorio, importante per intervenire su problemi ambientali da tempo aperti e mai risolti. Mettere in sicurezza questi siti è una delle priorità della sua azione politica e ha ringraziato gli uffici che hanno fornito le proposte progettuali al Mite in tempi rapidi.

Continue Reading

Trending