Connect with us

Notizie

Misure anti-covid nella scuola pugliese, i sindacati denunciano carenze

Published

on

misure anti-covid

Arriva a gran voce la denuncia da parte dei sindacati, a cui si unisce anche quella delle segreterie regionali, riguardo la mancanza di misure anti-covid nella scuola pugliese. ll piano regionale non è stato messo in atto e si chiede la partenza immediata con i tamponi antigenici per alunni e personale scolastico. Le segreterie regionali pugliesi di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams fanno pressioni e vogliono sapere quando è prevista l’attuazione del piano, perché finora non si è visto nulla. La Giunta regionale pugliese il 2 febbraio aveva annunciato nella delibera che erano previsti presidi sanitari nelle scuole pugliesi.

Urgono le misure anti-covid nella scuola pugliese

Oltre ai presidi sanitari, la delibera parlava anche di un sistema di screening con test antigenici rapidi che ogni 14 giorni avrebbero dovuto essere replicati. Nella seconda fase del piano nazionale dei docenti era prevista anche la vaccinazione contro il Covid 19,e poi avrebbe dovuto esserci anche un operatore sanitario ogni 1.500 alunni. In totale gli operatori dovevano essere 355, ma di tutto ciò non si è ancora visto nulla. Le organizzazioni sindacali chiedono dunque che vengano messe in atto le misure anti-covid nella scuola pugliese, per farla ripartire in sicurezza ed evitare che possano verificarsi contagi di massa.

Appello all’assessore Sebastiano Leo

Le organizzazioni sindacali hanno fratto appello all’assessore all’istruzione Sebastiano Leo e gli hanno chiesto di prendersi la responsabilità di attuare le misure anti-covid nella scuola pugliese. Dal prossimo lunedì 19 aprile la Puglia rimarrà in zona rossa e tutti i buoni propositi per la scuola pugliese se ne andranno a mare. Il sistema previsto dalla regione per la frequenza mista con la didattica digitale integrata si è rivelato inefficace e ha messo a dura prova il personale scolastico. I contagi, le indecisioni e le incoerenze delle ordinanze regionali, a cui si aggiunge la mancata attuazione del piano sanitario regionale per le scuole, hanno creato nella scuola pugliese un disastro.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Published

on

vaccini pfizer e moderna

Anche in Puglia verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60. A comunicarlo sono stati Lopalco, assessore alla Sanità, e Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Salute. La decisione di seguire la direttiva nazionale è scaturita dagli eventi avversi accaduti di recente. Il CTS ha aggiornato le indicazioni per portare avanti la campagna vaccinale anti covid e ha introdotto delle nuove regole per salvaguardare la salute dei cittadini. Lopalco e Montanaro hanno emanato una circolare in cui indicano quali sono le direttive nazionali da seguire. Il CTS nel prendere nuove decisioni ha tenuto conto delle valutazioni prese dopo l’incontro della Cabina di Regia.

Anche in Puglia solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60

Secondo quanto definito dalla CTS di AIFA Astrazeneca potrà essere somministrato solamente a soggetti di età superiore ai 60 anni. La Puglia ha dunque emanato una circolare per comunicare ai vari enti come proseguire per portare avanti il Piano Strategico Regionale Vaccinazione anti Covid-19. A meno che non vi siano altre disposizioni dal ministero, tutti gli Enti ed i soggetti coinvolti nella campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 devono seguire quanto deciso dalla regione, in modo da assicurare un proseguimento corretto della campagna vaccinale. La nuova modifica contenuta nella circolare è che agli under 60 verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna, sia come prima dose che come seconda dose dopo Astrazeneca.

Dopo 8-10 settimane dalla prima dose verrà somministrata la seconda

Nella circolare la regione Puglia ha comunicato che i vaccini a vettore virale, Vaxzevria e Janssen, devono essere somministrati solamente alle persone di età superiore o uguale ai 60 anni di età. I vaccini Pfizer e Moderna devono invece essere somministrati agli under 60, sia come prima dose che come seconda dose dopo aver ricevuto una dose di vaccino Astrazeneca. A queste persone la seconda dose con un vaccino ad m-RNA verrà somministrata dopo 8-10 settimane dalla prima. Verrà fatto un vaccino m-RNA a tutti gli altri soggetti di età inferiore ai 60 anni che non si sono ancora vaccinati.

Continue Reading

Trending