Connect with us

Notizie

Povertà in Puglia, oltre 200mila le persone indigenti

Coldiretti lancia l’allarme per la povertà in Puglia, le persone indigenti sono oltre 200mila

Published

on

Povertà in Puglia, oltre 200mila le persone indigenti

Nel corso della Settimana sociale CEI Coldiretti lancia l’allarme per l’aumento della povertà in Puglia, dove pare che siano oltre 200mila le persone bisognose. L’emergenza Covid ha reso povera oltre una famiglia su quattro che ha detto di aver subito nel 2020 un peggioramento della situazione economica rispetto al 2019. Il numero di persone bisognose è cresciuto con una media pari al 30,4%, un valore molto alto e fra i nuovi poveri ci sono piccoli commercianti o artigiani che sono stati costretti a chiudere le loro attività. Fra i poveri ci sono anche persone che lavorano nel sommerso, che non dispongono di aiuti pubblici.

Povertà in Puglia in crescita

Queste persone non hanno risparmi da parte e vivono svolgendo lavori saltuari. Il blocco di qualsiasi forma di sostentamento causato dall’emergenza sanitaria ha dunque fatto crescere la povertà in Puglia, e sono numerose le iniziative solidali per aiutare parte di queste persone che sono state danneggiate dal coronavirus. Coldiretti Puglia ha aggiunto che si tratta di una catastrofe sociale senza precedenti, e che bisogna garantire interventi a chi si trova in difficoltà anche sul piano alimentare. Mai prima d’ora alcune persone avevano sperimentato condizioni di vita così disastrose, ma per fortuna la solidarietà è cresciuta grazie alle organizzazioni di volontariato.

Tante le iniziative di solidarietà

Coldiretti ha sottolineato che con la crisi tantissime persone sono state costretta a ricorrere alle mense dei poveri. Tante altre hanno anche dovuto ricorrere ai pacchi di aiuto alimentare. La povertà in Puglia cresce a dismisura, così come nel resto d’Italia, come risulta dalle statistiche. Per fortuna nell’ultimo anno quasi 1 italiano su 3 (30%) ha preso parte a iniziative di solidarietà, ha fatto beneficienza e donazioni per dare una mano alle famiglie bisognose, che sono state investite dalla crisi causata dall’emergenza Covid. Nel 2020 gli agricoltori della Coldiretti e Campagna Amica hanno distribuito oltre 5 milioni di chili di prodotti tipici Made in Italy, a chilometri zero e di altissima qualità per dareun pasto di qualità ai più bisognosi.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Interventi di bonifica per siti orfani in Puglia approvati dal Ministero

Published

on

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Su proposta della Regione Puglia il Ministero per la Transizione Ecologica ha approvato l’elenco dei siti orfani in Puglia. Si tratta di siti potenzialmente inquinati in cui è stato difficile eseguire interventi di bonifica a causa di problemi burocratici oppure perché non è stato possibile individuare i proprietari. Sono stati individuati sei interventi per la Regione Puglia, sui dieci presentati, che interessano complessivamente una superficie di circa 10 ettari. I siti localizzati si trovano a Brindisi, Lecce, Santeramo in Colle, Troia e Diso. Grazie ai fondi del Pnrr questi siti verranno bonificati e il ministero ha approvato l’elenco.

I siti orfani in Puglia individuati sono sei

Sono dunque sei i siti orfani in Puglia dove verranno effettuati interventi di bonifica. I primi interventi interesseranno Lecce, Brindisi e Santeramo in Colle. A Brindisi verrà sottoposto a bonifica l’Impianto di discarica Nubile S.l.r. in contrada Autigno e la spesa prevista è di 240.000 euro. A Lecce ad essere interessato dalla bonifica sarà l’Ex inceneritore della Saspi in Via Vecchia Lizzanello, situato a circa 1 km dal centro abitato a sudest di Lecce. La spesa prevista per questo intervento è di 54.000 euro. A Santeramo in Colle oggetto dell’intervento di bonifica sarà la discarica abusiva di Masseria Luparelli, per il quale è prevista una spesa di 240mila euro.

Quali sono i siti del secondo stralcio

Rientrano nel secondo stralcio i siti orfani in Puglia di Troia e di Diso. A Troia verrà bonificato l’Ex Opificio I.A.O. S.r.l. in località Montecalvello e l’Ex Opificio Zincherie Adriatiche e aree limitrofe. Invece, ad essere interessato dall’intervento di bonifica a Diso sarà un’area della strada provinciale 82 per Spongano. L’assessora all’Ambiente, Territorio e Urbanistica Anna Grazia Maraschio ha detto che il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il territorio, importante per intervenire su problemi ambientali da tempo aperti e mai risolti. Mettere in sicurezza questi siti è una delle priorità della sua azione politica e ha ringraziato gli uffici che hanno fornito le proposte progettuali al Mite in tempi rapidi.

Continue Reading

Trending