Connect with us

Notizie

Puglia bambino e genitore insieme nella tomba messapica

Published

on

tomba messapica

PUGLIA – Sono stati ritrovati nel Salento un bambino e genitore insieme nella tomba messapica. Una scoperta rara, che rivela un abbraccio lungo 2.500 anni. Nello specifico, non si riesce ancora a capire se si tratta del padre o della madre del bambino, ma pare invece che il piccolo abbia all’incirca cinque anni. I due sono abbracciati come se fossero stati sepolti assieme. Si tratta di un ritrovamento avvenuto nella tomba di origine messapica emersa dagli scavi situati nelle immediate vicinanze della Grotta della Poesia di Roca vecchia, risalente all’incirca al V secolo a.C.).

Bambino e genitore abbracciati in una nella tomba messapica.

La tomba messapica è stata scoperta nel 2008 e durante le ricerche condotte dal dipartimento dei Beni culturali e dal professor Cosimo Pagliara dell’Università del Salento sono state rinvenute una ventina di sepolture. A differenze delle altre, la tomba dove si trovavano bambino e genitore abbracciati è rimasta lì oltre 11 anni per questioni tecniche. La verità è che la tomba è stata portata alla luce pressappoco alla fine degli scavi, poi a peggiorare le cose e a rimandare la decisione di recuperare gli scheletri intervenne anche il maltempo. E’ quello che ha spiegato il professor Riccardo Guglielmino, ad oggi direttore delle ricerche per l’Unisalento.

Gli scheletri saranno condotti nel laboratorio di antropologia fisica

Adesso la tomba con il bambino e genitore è stata posta all’attenzione del laboratorio di Antropologia fisica diretto dal professor Francesco Fabbri. Da ora in poi la tomba sarà oggetto di studio e verranno completate tutte le ricerche su di essa. Si tratta dunque di un’altra importante testimonianza del passato che la necropoli di Roca vecchia ha regalato alla comunità. Gli scheletri saranno messi nei sacchetti e condotti ben sigillati nel laboratorio di antropologia fisica per essere analizzati con cura e risalire con certezza alle loro origini.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending