Connect with us

Notizie

Puglia, è boom di investimenti nelle masserie di lusso

Continuano gli investimenti nelle masserie di lusso in Puglia, tanti i cantieri aperti soprattutto nel Salento

Published

on

masserie puglia

Prosegue senza sosta la trasformazione di antiche costruzioni agricole in resort di lusso in Puglia. Soprattutto nel Salento, è boom di investimenti nelle masserie di lusso e sono numerosi i cantieri aperti, ma tante strutture sono già pronte per accogliere i turisti. Ne è un esempio la Masseria Muzza, costruita nel XVII secolo, trasformata da Baglioni Hotels&Resort in una struttura extra lusso. Ubicata nelle campagne di Otranto, ha camere e suite rifinite in calce bianca, pietra a vista e deliziosi muretti a secco. A Polignano a Mare presto verrà costruito un polo turistico di lusso, dopo l’intesa raggiunta fra il gruppo spagnolo Melià e il gruppo barese Andidero, gruppo storico del turismo in Puglia.

Tantissimi gli investimenti nelle masserie di lusso in Puglia

Ha un valore di circa 80 milioni di euro il polo turistico di lusso che verrà realizzato sulla costa nord di Polignano e prevede la costruzione di un hotel a 5 stelle con 266 camere e 110 suite, un parco agricolo sul mare, il recupero dei trulli esistenti e la realizzazione di un beach club. Vittorio Andidero, amministratore delegato del gruppo, ha fatto sapere che si attende solo l’espletazione delle procedure di autorizzazione per avviare i cantieri. Molto attrattiva è l’are del sud est barese, l’Alto Salento e la Valle d’Itria, scelta dal gruppo Rocco Forte Hotels e dove ha sede la sua masseria Torre Maizza del XVI secolo, situata a Fasano-Savelletri. L’obiettivo di tanti investimenti nelle masserie di lusso è certamente quello di Dietro attrarre maggiori flussi turistici e stabilire nuovi standard di ospitalità e di alto livello.

Numerosi resort lussuosi per turisti esigenti

Rientra negli investimenti nelle masserie di lusso il nuovo resort di Four Seasons Hotels and Resorts e Omnam Group che verrà costruito 40 minuti di auto da Ostuni, in provincia di Brindisi. Il resort avrà 150 camere e suite e accesso diretto alla spiaggia. Sempre ad Ostuni, la società di hotellerie di lusso Belmond, che in Puglia ha acquisito la Masseria Le Taverne, struttura che era di proprietà dell’oncologo Umberto Veronesi, la trasformerà in un resort 5 stelle, con spa, ristorante, suite private con giardino e piscina. Sembra che anche il gruppo alberghiero internazionale Mandarin Oriental sia interessato alle masserie in Puglia, in particolare alla Masseria Lamacoppa con 70 ettari di parco della famiglia Mondadori, ad Ostuni.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending