Connect with us

Notizie

Puglia, il Gruppo Lombardi entra in D.IT Distribuzione Italiana

Gruppo Lombardi entra in D.IT, la partnership sarà effettiva dal 2022

Published

on

Gruppo Lombardi entra in D.IT Distribuzione Italiana

Lombardi rafforza la sua presenza in Puglia. Infatti, il Gruppo Lombardi entra in D.IT e consolida la sua presenza nel Mezzogiorno. La partnership sarà effettiva dal 2022 e avrà efficacia su qualsiasi attività della Centrale, dalla marca privata al piano promozionale nazionale fino al marketing di insegna. Operante nel settore da ben quattro generazioni, la famiglia Lombardi ha iniziato con un ingrosso di dolciumi e produzione di liquori. Negli ultimi dieci anni ha diversificato gli ambiti di interesse, soprattutto nel canale retail, tramite un Cedi a Capurso che ha sede su un’area di c9mila metri quadrati circa.

Gruppo Lombardi entra in D.IT e presto inizia la collaborazione

Ad oggi Lombardi dà impulso ad una rete di vendita composta  da circa dieci negozi che sorgono a Bari, ognuno dei quali ha in media una superficie di circa 400 metri quadrati. Oltre ai supermercati, si occupa di un cash&carry di 5.000 metri quadrati specializzato in vini e settore dei dolciumi. Il retailer l’anno scorso ha fatturato circa 30 milioni, e a fine 2021 si prevede che la crescita si attesti a +10%. Il Gruppo Lombardi entra in D.IT e la collaborazione si basa su valori di prossimità e vicinanza al territorio condivisi. Scopo della fusione è rilanciare in Puglia l’insegna Sigma tramite lo sviluppo della rete di proprietà e di diversi affiliati.

Lombardi ha fiducia nella scelta fatta

Alessandro Lombardi, Ad di Lombardi & C, ha detto che con Sigma è stata data l’occasione di riportare un’insegna storica di importanza nazionale in Puglia. L’analisi dei servizi offerti dalla Centrale, oltre che l’ampia selezione del prodotti a marchio del distributore e le svariate linee specialistiche, rende il gruppo Lombardi fiducioso di offrire ai clienti una proposta moderna e coerente con le loro richieste. Donatella Prampolini, presidente di D.IT, ha aggiunto che collaborare con imprenditori che hanno in comune con loro la passione per il lavoro, la volontà di sviluppo di un progetto di insegna e l’attenzione ai clienti è una assoluta garanzia per una collaborazione duratura e proficua.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending