Connect with us

Notizie

Puglia, potrebbero cadere frammenti del satellite cinese nella regione

Published

on

frammenti del satellite in Puglia

Le traiettorie dei detriti del Lunga Marcia 5b sono costantemente sotto osservazione. La Protezione Civile nel frattempo ha lanciato l’allarme per una eventuale caduta dei frammenti del satellite cinese in Puglia e ha raccomandato alla popolazione di tenersi lontana dalle finestre. Stando ai calcoli fatti dagli esperti, il satellite nel suo percorso potrebbe perdere frammenti che potrebbero cadere anche nella regione. La Puglia risulta infatti fra le nove regioni interessate dal fenomeno, che sono Abruzzo, Umbria,  Molise, Lazio, Campania, Calabria, Basilicata, Sardegna e Sicilia. Il rientro sulla Terra del “Lunga Marcia 5B” è previsto fissata per le ore 2:24 del 9 maggio.

Bisogna stare lontani da finestre e porte

Nella previsione per il rientro fatta dagli scienziati c’è però un margine temporale di 6 ore di incertezza. Nella serata del 6 maggio si è svolta la prima riunione del tavolo tecnico al Dipartimento della Protezione Civile, a cui erano presenti l’Agenzia spaziale italiana, un membro dell’ufficio del Consigliere militare della Presidenza del Consiglio e dei rappresentanti di Vigili del Fuoco, Coi, ministero degli Esteri, Enac, Enav, Ispra e Commissione Speciale di Protezione civile della Conferenza delle Regioni. La situazione è costantemente monitorata, ma la protezione civile ha assicurato che i frammenti del satellite cinese è improbabile che causino crolli di edifici.

Non toccare i frammenti del satellite cinese

I luoghi chiusi sono comunque più sicuri dei luoghi aperti, ed è più improbabile che i frammenti del satellite cinese possono causare danni. Tuttavia, è stato caldamente raccomandato di stare lontani dalle finestre, dalle porte, e preferibilmente nei piani sottostanti. Infatti, è possibile che impattando sui tetti degli edifici i frammenti possono causare perforazioni e danni nei solai sottostanti, e costituire quindi un pericolo per chi vi abita. La Protezione Civile ha anche esortato la popolazione, nel caso chiunque dovesse avvistare un pezzo del satellite, anche minuscolo, di evitare di toccarlo, e di stare almeno a 20 metri di distanza. E’ raccomandata la segnalazione alle autorità.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending