Connect with us

Notizie

Puglia, presentato nuovo Piano d’Ambito nella Bat

Il nuovo Piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia presentato nella Bat prevede per Barletta azioni per euro 21.055.000

Published

on

piano d'ambito bat puglia

Nella giornata del 15 novembre è stato presentato al comune di Andria il nuovo Piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia redatto dalla Autorità Idrica Pugliese. Il piano è stato redatto con una previsione temporale a lungo termine, e infatti arriva fino al 2045. Alla presentazione del piano c’erano Sindaci, funzionari tecnici dei Comuni che fanno parte della Provincia BAT e che rientrano nel piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia. Erano presenti all’incontro anche il Dott. Raffaele Piemontese, Assessore regionale alle Infrastrutture, Risorse idriche e Tutela delle acque, l’ On. Dott. Antonio Matarelli, Presidente del Consiglio Direttivo della Autorità Idrica Pugliese, l’ Avv.Bernardo Lodispoto, Presidente della Provincia BAT, l’Ing. Francesco Crudele, Consigliere del Cda dell’Acquedotto Pugliese.

Nel Piano d’Ambito azioni previste per Barletta

All’incontro era presente anche il Commissario Straordinario Dott. Francesco Alecci, in rappresentanza del Comune di Barletta. Nel nuovo Piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia redatto dalla Autorità Idrica Pugliese e presentato nella Bat sono previste azioni per 21.055.000 euro per il comune di Barletta. Durante l’incontro sono stati comunicati gli interventi che saranno eseguiti in ciascun comune del territorio provinciale per mettere in atto il piano. La comunicazione è stata fatta ai rappresentanti delle Istituzioni comunali e ai dirigenti e funzionari degli uffici tecnici.

Interventi per adeguamento del depuratore

Fra gli interventi previsti nel nuovo Piano d’Ambito dell’Ambito Territoriale Ottimale Puglia uno dei più importanti è l’adeguamento del D.M. n°185/2003 del depuratore di Barletta, per il quale è prevista una spesa di €2.350.000. Un altro intervento previsto è l’adeguamento alle norme in materia di salute e sicurezza, emissioni in atmosfera e disciplina acque meteoriche di dilavamento del depuratore di Barletta, per il quale è prevista una spesa di € 3.105.000. Infine, è previsto anche l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Barletta, con una spera di €15.600.000. Ogni rappresentante istituzionale ha fatto le proprie osservazioni e chiesto chiarimenti a cui i tecnici hanno risposto prontamente.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Tumore al seno, fondata la delegazione Europa Donna-Puglia

La delegazione Europa Donna-Puglia rappresenta la voce ed i bisogni di 5.000 cittadine

Published

on

Europa Donna Italia

A Foggia si è tenuto un incontro tra il Movimento per i Diritti delle Donne con tumore al seno e le Autorità Regionali. Durante l’incontro è stata presentata la delegazione Europa Donna-Puglia che rappresenta la voce e le esigenze di 5.000 cittadine. Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia, ha detto che è stata l’occasione per presentare le 10 Associazioni di questa delegazione alle autorità Regionali. Queste 10 Associazioni costituiscono un anello di collegamento importante tra pazienti, istituzioni, medici e strutture ospedaliere, e spesso fanno un lavoro affiancato al welfare regionale.

Presentata alle autorità la delegazione Europa Donna-Puglia

Dopo la presentazione della delegazione Europa Donna-Puglia alle autorità sono state avanzate tante richieste specifiche allo scopo di migliorare la qualità delle cure, l’adesione allo screening, la qualità di vita delle pazienti nelle Breast Unit del territorio. Le associazioni sperano che le richieste vengano esaudite il prima possibile. A rispondere puntualmente è stato Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia, che, dopo aver dato i saluti del presidente Michele Emiliano, ha sottolineato l’importante contributo dato dalle associazioni di volontariato nel porre rimedio alle tante mancanze causate dal sistema regionale e dalle aziende sanitarie sulla qualità delle cure e la vita delle pazienti oncologiche. Piemontese ha ribadito che in questo senso un ruolo importante lo riveste anche il potenziamento dei programmi di screening.

La delegazione importante per la regione

Proprio riguardo ai programmi di screening, con l’AReSS è stata attivata una collaborazione e una operazione di affiancamento. Giovanni Gorgoni, direttore di AReSS Puglia, ha aggiunto che il confronto con gli interlocutori civici e con le rappresentanze dei pazienti per l’amministrazione sanitaria è sempre una eccellente risorsa e lo ha confermato anche l’incontro. Qualsiasi evoluzione e trasformazione digitale deve partire obbligatoriamente dall’esperienza fatta dall’utente e la dimostrazione sono gli spunti forniti dalle associazioni della delegazione Europa Donna-Puglia. Con questa delegazione la Regione Puglia può dire di essere stata precursore di questo percorso.

Continue Reading

Trending