Connect with us

Notizie

Reddito di cittadinanza, il sussidio va a favore dei cittadini in difficoltà ancora oggi dopo 3 anni

La Puglia è tra le prime regioni per domande e beneficiari

Published

on

reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza, il sostegno economico pensato per aiutare tutti i cittadini in difficoltà ha superato il terzo anno di vita nonostante le varie critiche e problematiche legate ai furbetti che come si sa, non mancano mai. In tutte le regioni d’Italia le domande rivolte all’Inps per beneficiare del sostegno sono sempre tantissime, ma tra tutte la Puglia fa furore e segue la Campania, la Sicilia, il Lazio e la Lombardia. Secondo l’analisi dei dati diffusi dall’INPS per il primo trimestre 2022 i beneficiari nella regione del Mezzogiorno sono stati 124.866, per un totale di 298 mila persone che oggi ricevono aiuti pari a €584.

Reddito di cittadinanza, a chi viene assegnato l’aiuto economico

Coloro che hanno fatto domanda per ottenere il reddito di cittadinanza ricevono mensilmente cifre diverse.  L’importo varia in base a vari parametri, primo tra tutti l’ISEE del nucleo familiare, a seguire il numero dei componenti e dei figli a carico. In Puglia la provincia che riceve un importo mensile elevato è ad esempio Taranto dove ogni famiglia riceve un sussidio di €600. I nuclei familiari con minori ricevono €672. Il 60% delle domande sono state presentate da donne di età media tra 25 e 40 anni. Il 61%  ha più di 40 anni. Questo dimostra che chi richiede il sussidio ha necessità non perche, come comunemente si è portati a pensare, non si vuol lavorare ma perchè oggi si fatica a trovare lavoro a causa della crisi.

Il resoconto dei dati nazionali e regionali

L’Inps conferma che sia a livello nazionale che regionale, il sostegno e la disoccupazione possono essere considerate due facce della stessa medaglia. La disoccupazione è un fenomeno forte soprattutto nel Mezzogiorno, a confermarlo è l’ Ufficio statistico dell’Unione europea. Quest’ultimo afferma che quattro regioni italiane sono tra le peggiori per tasso di occupazione in tutta l’Unione Europea. Sono la Sicilia con un tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni del 41,1%, poi la Campania con il 41,3%, la Calabria con il 42% e la Puglia con il 46,7%. Il tasso medio per l’Ue a 27 è del 68,4%.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Puglia, lotta agli incendi boschivi con il progetto internazionale Silvanus

Con il progetto internazionale Silvanus verranno effettuati rilevamenti con droni sperimentali

Published

on

Puglia, lotta agli incendi boschivi con il progetto internazionale Silvanus

Fra Bari e Parco del Gargano verranno effettuati rilevamenti con droni sperimentali grazie al il progetto internazionale Silvanus per la lotta agli incendi boschivi. I rilevamenti verranno effettuati dal 5 al 7 luglio e al progetto collabora l’agenzia regionale Asset dedicata alla tutela del territorio. L’assemblea riunisce 49 partner provenienti da Unione Europea, Brasile, Australia e Indonesia e fra questi c’è l’Asset, l’agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio. Lo scopo è quello di prevenire e contrastare gli incendi boschivi, e aumentare la resilienza delle foreste ai mutamenti climatici. Scopo dell’assemblea è realizzare una piattaforma di gestione forestale ecosostenibile che monitori le risorse forestali in maniera efficiente.

Il progetto internazionale Silvanus lotta contro gli incendi nei boschi

Il finanziamento del progetto internazionale Silvanus rientra nell’ambito programma europeo Horizon 2020 Green Deal. L’attività pilota dovrebbe essere organizzata in 11 paesi, otto dei quali sono europei, ovvero Italia, Francia, Grecia, Slovacchia, Romania, Portogallo, Repubblica Ceca e Croazia e Romania. Tre paesi sono invece extra-europei, e sono Australia, Brasile e Indonesia. Il direttore di Asset, Elio Sannicandro, ha detto che la difesa dell’ambiente è una delle priorità della Regione Puglia. Asset contribuisce alle attività di prevenzione, rilevazione e ripristino riguardante gli incendi boschivi in Puglia e monitora il progetto pilota italiano che si svolgerà nel Parco Nazionale del Gargano.

All’incontro ci saranno partner provenienti da svariati paesi del mondo

Nel rilevamento del progetto internazionale Silvanus saranno coinvolti diversi soggetti tra cui l’ente gestore del Parco e la Protezione Civile.  Asset si occupa anche della raccolta e dell’analisi delle registrazioni degli incendi storici negli 11 siti pilota. All’incontro parteciperanno oltre 100 referenti dei partner del progetto, provenienti da diversi paesi europei ed extra europei e nei primi due giorni, dalle 9 alle18.30, sono previsti anche i lavori tecnici riguardanti le attività di ricerca. I lavori si terranno presso la Camera di Commercio di Bari. Asset sta dunque coordinando rilevamenti con droni sperimentali e attività dimostrative con la Protezione civile, l’Autorità di gestione del Parco, l’Agenzia regionale attività irrigue e forestali (Arif) e con il partner tecnologico Fincons.

Continue Reading

Trending