Connect with us

Notizie

Xylella: Arif manda 85 squadre in Puglia

Published

on

xylella

BARI Xylella : in tutta la Puglia ci si sta organizzando per affrontare la situazione della Xylella fastidiosa. Infatti, la Regione ha chiesto all’Arif di intervenire il prima possibile ora che la situazione si sta spostando dal Salento a Brindisi.

Quindi, ora l’Agenzia sta verificando la situazione della Xylella Puglia e ha intenzione di mandare 85 squadre a partire dal 22 giugno 2020. L’obiettivo è offrire una soluzione utile per affrontare una volta per tutte la malattia degli ulivi.

In tutto, ci saranno 170 operatori disponibili per trovare contro la Xylella rimedi efficaci. Le squadre saranno divise in due macro-aree:

  • Fasano, Monopoli, Alberobello, Locorotondo e Martina Franca;
  • Palagiano, Massafra e Mottola.

Il compito degli ispettori, infatti, sarà quello di capire se le zone cuscinetto e le zone di contenimento stanno funzionando.

“Come è noto abbiamo abbattuto qualche giorno fa 23 ulivi risultati infetti in territorio di Locorotondo, in provincia di Bari, ma sempre in zona contenimento. Occorre quindi un monitoraggio attento e capillare”.

Così ha spiegato il commissario straordinario dell’Arif Gennaro Ranieri. L’obiettivo, infatti, non è solo contenere la situazione, ma anche evitare che si presentano nuovi focolai in vista della prossima stagione estiva che inizia oggi. Quindi, ora la Puglia affronta di nuovo il problema del batterio senza arrendersi.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Interventi di bonifica per siti orfani in Puglia approvati dal Ministero

Published

on

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Su proposta della Regione Puglia il Ministero per la Transizione Ecologica ha approvato l’elenco dei siti orfani in Puglia. Si tratta di siti potenzialmente inquinati in cui è stato difficile eseguire interventi di bonifica a causa di problemi burocratici oppure perché non è stato possibile individuare i proprietari. Sono stati individuati sei interventi per la Regione Puglia, sui dieci presentati, che interessano complessivamente una superficie di circa 10 ettari. I siti localizzati si trovano a Brindisi, Lecce, Santeramo in Colle, Troia e Diso. Grazie ai fondi del Pnrr questi siti verranno bonificati e il ministero ha approvato l’elenco.

I siti orfani in Puglia individuati sono sei

Sono dunque sei i siti orfani in Puglia dove verranno effettuati interventi di bonifica. I primi interventi interesseranno Lecce, Brindisi e Santeramo in Colle. A Brindisi verrà sottoposto a bonifica l’Impianto di discarica Nubile S.l.r. in contrada Autigno e la spesa prevista è di 240.000 euro. A Lecce ad essere interessato dalla bonifica sarà l’Ex inceneritore della Saspi in Via Vecchia Lizzanello, situato a circa 1 km dal centro abitato a sudest di Lecce. La spesa prevista per questo intervento è di 54.000 euro. A Santeramo in Colle oggetto dell’intervento di bonifica sarà la discarica abusiva di Masseria Luparelli, per il quale è prevista una spesa di 240mila euro.

Quali sono i siti del secondo stralcio

Rientrano nel secondo stralcio i siti orfani in Puglia di Troia e di Diso. A Troia verrà bonificato l’Ex Opificio I.A.O. S.r.l. in località Montecalvello e l’Ex Opificio Zincherie Adriatiche e aree limitrofe. Invece, ad essere interessato dall’intervento di bonifica a Diso sarà un’area della strada provinciale 82 per Spongano. L’assessora all’Ambiente, Territorio e Urbanistica Anna Grazia Maraschio ha detto che il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il territorio, importante per intervenire su problemi ambientali da tempo aperti e mai risolti. Mettere in sicurezza questi siti è una delle priorità della sua azione politica e ha ringraziato gli uffici che hanno fornito le proposte progettuali al Mite in tempi rapidi.

Continue Reading

Trending