Andria: la Murgia ospita l’evento ciclistico di MMBike

Presso i territori limitrofi ad Andria, si svolgerà la gara competitiva organizzata da MMBike, dedicata a tutti gli amanti del ciclismo.

0
31
Andria

I territori limitrofi di Andria sono una rara risorsa di bellezza naturale. Le magiche zone della Murgia sono le protagoniste di molti eventi a tema ciclistico, grazie ai quali poter godersi il fascinoso verde dell’area circostante.

La competizione che si terrà domenica 10 Giugno sarà dedicata alla memoria del Cavalier Leonardo Sanguedolce. Il percorso si snoderà a partire da Via Castel del Monte, per poi continuare attraverso le colline murgiane di Montegrosso, Minervino e Spinazzola, con una distanza totale di 107  km complessivi(1255 metri di dislivello).

L’organizzazione della GF Città di Andria è curata dal team MM Bike di Michele Maggese e Giuseppe Muraglia, ex professionista dal 2003 al 2011. E’ previsto un ricco pacco regalo assegnato a tutti i partecipanti. Alla fine della gara, il podio verrà premiato con i prodotti tipici del territorio.

«Questa gara è nata dopo 4 anni di attività dal desiderio di organizzare un grande evento ciclistico ad Andria – spiega l’ex professionista – poi abbiamo avuto l’opportunità di mettere in piedi una tappa del Giro dell’Arcobaleno, un circuito da noi sempre molto apprezzato per la qualità dell’organizzazione: è così che l’anno scorso è nata la prima GF Città di Andria. Ha ricevuto tanti apprezzamenti e questo ci ha dato la carica per ripresentarci quest’anno. Mettendoci dal punto di vista del ciclista questa è una gara da non perdere, perché Andria offre l’opportunità di far conoscere il territorio, le premiazioni, la logistica e il pacco gara sono molto ricchi e a misura di ciclisti, ben oltre ciò che si ottiene in media alle gran fondo con la consueta tassa di iscrizione a 25 €».

«Pronti via si affrontano due salitelle sulla via di Minervino, nei primi 30 km, poi si potrà rifiatare sulla strada regionale del Pagliarone, mentre sulla salita del Cavone ci sarà la selezione decisiva per l’arrivo, è qui che possono partire le fughe, anche perché dopo essere transitati nuovamente da Minervino non ci saranno più asperità per tutta la restante parte del percorso».

«Ci impegneremo nel miglior modo possibile, anche sotto il profilo della sicurezza, per fare in modo che la gara abbia successo. Ma raccomando ai ciclisti la consueta prudenza, domenica ci divertiamo ma lunedì dobbiamo tornare tutti a lavorare»