Connect with us

Ressegne

Puglia Opera Tour, si parte con la prima tappa a Taranto

Si terrà sabato 16 ottobre la prima tappa a Taranto di Puglia Opera Tour

Published

on

Puglia Opera Tour Taranto
Riconoscimento editoriale: Lucamato / Shutterstock.com

La prima tappa di Puglia Opera Tour si terrà sabato 16 ottobre a Taranto. Lo spettacolo turistico-musicale farà visitare al pubblico i centri storici della Puglia e tutti i magnifici tesori nascosti tramite le musiche di musicisti famosi che sono nati in queste città, hanno vissuto poco e sono morti altrove. E’ grazie a loro e alla loro fama che le bellezze della loro terra natia sono diventate famose nel mondo e hanno attirato turisti da ogni dove. Scritto e diretto da Giuseppe Gallo, lo spettacolo è organizzato da Discoverart srls, azienda che opera nella promozione turistica e culturale del territorio.

Puglia Opera Tour dal 16 ottobre a Taranto

I musicisti che faranno conoscere durante le tappe i paesi dove sono nati sono Umberto Giordano, Tito Schipa, Leonardo Leo, Tommaso Traetta, Saverio Mercadante, Niccolò Piccinni, Giovanni Paisiello e Mario Costa. Grazie ai loro brani più celebri, il Puglia Opera Tour tappa dopo tappa farà conoscere le meraviglie di città come Lecce, Foggia, Taranto, Brindisi, bari, Altamura, San Vito dei Normanni e Bitonto. Lo spettacolo avrà inizio come prima tappa da Taranto nella giornata di sabato 16 ottobre. Si tratta di un percorso emozionante che darà modo agli spettatori di addentrarsi nei vicoli e nelle bellezze storiche e nelle architetture della città vecchiardi Taranto, esaltato dall’omaggio musicale a Giovanni Paisiello e Mario Costa.

Numerosi i brani celebri eseguiti dai musicisti

Tramite i brani più celebri dei musicisti nati in queste bellissime città, gli spettatori potranno vivere un viaggio emozionante con Puglia Opera Tour. Ad eseguire i brani saranno il baritono Antonio Stragapede, la soprano Flora Contursi e il tenore e Giovanni De Bari. Ad accompagnare i tre artisti al pianoforte saranno Noemi Decataldo e Giuseppe Gallo, che narra anche le gesta di Costa e Paisiello. Il tour si terrà a Taranto alle ore 19:30, e partirà dalle colonne doriche. Il ticket ha un costo di 10 euro a persona ed obbligatoria la prenotazione.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ressegne

Premio Taormina Fest a due registi pugliesi per la miglior regia

Premiati due registi pugliesi per la migliore regia al Premio Taormina Fest

Published

on

Premio Taormina Fest "A Classic Horror Story Puglia"

Il premio miglior regia al Premio Taormina Fest è stato assegnato a due registi pugliesi, Roberto De Feo e Paolo Strippoli. Il loro film, girato anche nella Foresta Umbra, e che porta il titolo “A Classic Horror Story”, sarà su Netflix a partire dal 14 luglio. Si tratta di una novità assoluta nell’universo variegato del cinema horror, e rievoca la leggenda di tre fratelli spagnoli, Osso, Mastrosso e Carcagnosso, che avrebbero portato le organizzazioni mafiose in Italia. I due registi hanno cooperato nella regia con grande passione e armonia, e insieme hanno condiviso l’amore per il genere horror e la voglia di omaggiarlo.

Premio Taormina Fest a “A Classic Horror Story”

In base alle scene, i due registi pugliesi si dividevano il lavoro, alternandosi nei vari momenti per poi ritrovarsi a condividere le scene. Sul set non sono mancati momenti difficili, come quando dovevano realizzazione la tortura di Mark. Gli attori da sotto le maschere di Osso, Mastrosso e Carcagnosso dovevano usare il torchio che leva la vita al personaggio, ma girare la manovella con le maschere più grandi del volto è stato molto complicato. L’interprete di Mark, Will Merrick, era stato protetto mettendo gli aculei in gomma per evitare che facessero male agli occhi. Durante la realizzazione del film gli attori hanno dovuto sostenere una importante sfida mentale e fisica.

Tanta fatica per realizzare le scene

Gli attori hanno dovuto correre su declivi scoscesi in mezzo, hanno dovuto essere legati a un palo, a volte erano anche grondanti sangue, ma comunque sono stati sempre disponibili e questo aspetto è stato premiato. A fine riprese è stata smantellata la casa dall’architettura singolare che era stata costruita appositamente per il set. La casa è stata progettata sulla base del piano inquadrature di De Feo e Strippoli e fa anch’essa da protagonista nel film, proprio come gli attori principali. Dal 14 luglio su Netflix sarà possibile guardare “A Classic Horror Story”, per il quale i due registi pugliesi hanno vinto il Premio Taormina Fest.

Continue Reading

Trending