Al via il maxi concorso OSS in Puglia

0
235
OSS in Puglia

Al via il maxi concorso OSS in Puglia, sono ben 1789 le nuove assunzioni, una splendida notizia per chi è in cerca di lavoro e desidera trovare una occupazione. Si tratta di un anno fortunato per gli OSS in Puglia: infatti, grazie a questo concorso potranno partecipare alle selezioni e sperare di rientrare nei quasi duemila posti messi in palio. Il concorso è stato indetto con la delibera numero 492 del 29 giugno 2018, che al tempo stesso ha riaperto i termini di partecipazione per un precedente bando legato alla città di Foggia e che comprendeva 137 posti.

La metà dei vincitori del concorso avrà diritto ad una corsia preferenziale: si tratta di lavoratori che hanno alle spalle 36 mesi di servizio alla data del 31 dicembre 2017 e coloro che hanno fatto servizio come ausiliario specializzato hanno frequentato il corso di riqualificazione OSS.

Concorso OSS in Puglia un’occasione per tanti disoccupati

L’assegnazione dei posti del concorso per OSS in Puglia sarà fatta nelle diverse strutture della regione e saranno suddivisi come di seguito: 200 per l’Azienda Ospedaliero – Universitaria OORR di Foggia, 170 per l’Azienda Sanitaria Locale della provincia di Bari, 41 posti per la stessa struttura della provincia di Barletta – Andria – Trani, 383 per la provincia di Brindisi, 106 per la provincia di Foggia, 550 per la provincia di Lecce, 100 per la provincia di Taranto, 200 posti per l’Azienda Ospedaliera – Universitaria del Policlinico di Bari, 30 posti per l’IRCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, 9 posti per l’IRCCS “De Bellis” di Castellana Grotte.

Per accedere al concorso bisogna avere la cittadinanza italiana, essere maggiorenni, possedere l’idoneità fisica, il godimento dei diritti civili, niente condanne penali e se uomini devono essere in regola con l’obbligo di leva, che sarà calcolato a seconda della data di nascita. Altri requisiti sono il diploma di licenza media e l’attestato OSS. I documenti per prendere parte al concorso possono essere inviate anche online, seguendo la procedura telematica indicata nel bando, entro il termine del trentesimo giorno dalla sua data di pubblicazione.