FabLab Poliba

Nei giorni scorsi è stato inaugurato a Bitonto il FabLab Poliba, un centro tecnologico che è un vero e proprio laboratorio di Fabbricazione Digitale e Coworking. Ubicato nel Centro Tecnologico affidato alla cogestione del Politecnico di Bari del comune di Bitonto, il FabLab Poliba è stato inaugurato con una cerimonia presieduta dal sindaco Michele Abbaticchio.

Sono intervenuti anche il sindaco metropolitano Antonio Decaro, il Magnifico Rettore del Politecnico, Eugenio di Sciascio ed il commissario straordinario dell’agenzia ARTI Puglia Vito Albino e anche l’Assessore all’Innovazione Tecnologica del comune di Matera Enzo Acito. Nella nuova e moderna sede di fabbricazione digitale vi è un laboratorio dotato di grandi macchine, tra cui un’enorme fresa per tagliare legno e metalli, pantografi a controllo numerico, stampanti digitali per la manifattura additiva, uffici, sala conferenza, spazi di coworking e un centro direzionale molto ben organizzato.

FabLab Poliba non solo laboratorio

Il centro FabLab Poliba sarà gestito dal soggetto aggiudicatario FabLab, mentre il Politecnico di Bari avrà il compito di coordinare il dipartimento formativo. Invece, il comune di Bitonto si farà carico delle spese riguardanti le utenze e l’amministrazione. Il polo si pone l’obiettivo di essere un incubatore per la crescita e la competitività, un luogo in cui innovazione e cultura digitale possono convivere ed essere applicate per potenziare le risorse territoriali, così da raggiungere un elevato livello tecnologico interdisciplinare in ambito formazione, ricerca, scuola ed università.

Quindi, non solo un contenitore di idee e progetti ma anche un reale punto di connessione con l’imprenditoria locale. Il sindaco Michele Abbaticchio ha sottolineato: “L’inutilità di creare contenitori culturali se questi non vengono resi davvero a misura di chi dovrà andare a riempirli di contenuti”, lo slogan scelto per descrivere la nuova realtà è a questo scopo proprio “Il luogo dove è possibile realizzare (quasi) tutto. Abbiamo cercato altri esempi di Comuni che abbiano investito in maniera diretta nell’innovazione e nella ricerca come ha fatto quello di Bitonto e non ne abbiamo trovati”.