Connect with us

Tech

Arriva il robot Pepper a Casa Sollievo della Sofferenza

Published

on

San Giovanni Rotondo Pepper

Parte la sperimentazione con il robot Pepper a Casa Sollievo della Sofferenza. Il robot che verrà utilizzato presso l’IRCCS di San Giovanni Rotondo sarà al servizio delle persone anziane e sarà per loro un alleato e un supporto per la valutazione sanitaria, la comunicazione e la riabilitazione. Il progetto rientra nell’ambito della ricerca sulla trasformazione digitale nella sanità volta a rendere più semplice il lavoro di medici e personale sanitario. Da anni la Casa Sollievo sta lavorando su questo progetto e il robot, giunto a dicembre 2019 in ospedale, è il risultato di collaborazione e impegno finalizzato alla prevenzione del declino cognitivo degli anziani.

Un robot al servizio degli anziani

Grazie al finanziamento della Fondazione UBI Carime oggi il robot Pepper è una realtà e svolgerà delle mansioni molto utili per gli anziani. Il ruolo di questo robot sarà anche quello di comunicare con le famiglie delle persone ricoverate tramite la piattaforma Virtual Round, che Casa Sollievo ha implementato e che permette di visitare virtualmente il reparto. Anche dopo il ritorno a casa del paziente il robot sarà utile, e grazie al collegamento da remoto potrà essere gestito al meglio ed evitare che i pazienti vengano ricoverati.  Francesco Giuliani, direttore della Unità Sistemi informativi, Innovazione e Ricerca, ha dichiarato che negli ultimi anni in Casa Sollievo è stata fatta un’esperienza importante nel campo della robotica assistiva.

Nel robot Pepper coinvolti anche gli utenti finali

Giuliani ha anche aggiunto che l’equipe ha lavorato alla progettazione dei robot del futuro, collaborando sinergicamente con le aziende produttrici. Anche anziani sono stati coinvolti nella progettazione e nella sperimentazione dei prototipi, e già ci sono risultati positivi su come questo tipo di tecnologie faccia da stimolo cognitivo. La squadra di ricercatori dell’ospedale ha dato un enorme contributo per la progettazione, come il robot Pepper, di robot coinvolgendo gli utenti finali.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tech

Microsoft Italia punta sulla Puglia, a dirlo è proprio l’ad del colosso informatico

Arriva proprio dall’ad la notizia che Microsoft Italia punta sulla Puglia

Published

on

Microsoft Italia Puglia

La notizia che Microsoft Italia punta sulla Puglia è stata resa nota proprio dall’ad del colosso informatico, che ha sottolineato come la regione sul digitale può dare esiti come la Lombardia. Il gigante dell’informatica ha aperto a Molfetta il primo centro del Sud dedicato alla formazione gratuita per pmi e pubbliche amministrazioni. Si tratta di un progetto ambizioso che aprirà la strada agli investimenti per unificare il Paese sul digitale. Il South innovation center si trova all’interno della Hevolus innovation della città pugliese, punto di riferimento nel mondo della realtà aumentata e virtuale e partner di Microsoft.

Con l’apertura del centro Microsoft Italia punta sulla Puglia

Nel South Innovation center di Molfetta ci si potrà confrontare su casi d’uso reali e testare le potenzialità e il funzionamento di tecnologie e dispositivi di nuova generazione. Progettato per consentire ad aziende e professionisti del Sud Italia di toccare il valore del digitale con mano per la crescita e la resilienza, lo spazio si pone come punto di riferimento locale per supportare la trasformazione digitale di settori importanti come il retail e il manufacturing, oppure la la pubblica amministrazione, che possono stimolare il rilancio di un’area colpita duramente dalla pandemia, ma che contribuisce circa al 20% del Pil nazionale.

Il digitale deve essere accessibile a tutti

Con l’apertura di questo centro è chiaro come Microsoft Italia punta sulla Puglia, offrendo formazione gratuita, in modalità fisica o virtuale. Insieme ad Hevolus, Microsoft metterà al servizio delle realtà locali le competenze necessarie per aiutarle ad approfittare dei vantaggi delle nuove tecnologie. L’iniziativa mira ad accelerare la trasformazione digitale delle Pmi e della Pal del Mezzogiorno, e rientra nell’impegno di Microsoft per la formazione e la cultura digitale che sta alla base del piano quinquennale Ambizione Italia #DigitalRestart. Antonio Squeo, chief innovation officer di Hevolus Innovation, ha sottolineato che tutti devono poter accedere alle nuove tecnologie in maniera semplice, senza avere conoscenze informatiche particolari, e usando liberamente i dispositivi che sanno utilizzare meglio.

Continue Reading

Trending