Connect with us

Turismo

Castel del Monte: gli orari della riapertura

Published

on

Castel del Monte

ANDRIA Castel Del Monte tornerà a essere meta di turisti, anche se con le dovute precauzioni per evitare il contagio da CoVid-19.

In più, apre il 2 luglio il Parco Archeologico di Canne della Battaglia, quindi visitando la zona si può approfittare subito di due tra le ricchezze più interessanti della Puglia.

Quali sono gli orari per visitare il castello ottagonale? La struttura si può visitare dal lunedì alla domenica dalle ore 10. 00 alle ore 18.45. L’ultimo accesso, però, è un po’ prima, alle ore 18.00. Questo permette all’ultimo gruppo di completare il giro.

Quindi, dopo le 18.00 non sono consentiti ulteriori ingressi. I visitatori possono ammirare le bellezze del Castel Del Monte Unesco per 45 minuti durante il tour. Gli orari delle singole visite sono:

  • 10.00;
  • 11.00;
  • 12.00;
  • 13.00;
  • 14.00;
  • 15.00;
  • 16.00;
  • 17.00;
  • 18.00.

I contatti per visitare il Castel Del Monte Andria sono:

Per rispondere alle esigenze legate alle regole anti-contagio, l’organizzazione di Castel del Monte Puglia ha messo a disposizione cartelli e qualche buona norma da seguire.

Prima di tutto, il castello ha del gel disinfettante a disposizione all’accesso. I dipendenti misurano la temperatura con termoscanner all’ingresso.

I turisti devono avere sia mascherine che guanti per accedere alla struttura. Il distanziamento sociale si rispetta per tutta la durata del tour. Quindi, si accede a piccoli gruppi, possibilmente di familiari. Infine, si prediligono il pagamento e la prenotazione online.

Il biglietto intero è di 7 euro, mentre il ridotto di 2 euro. Durante la prenotazione, in caso di biglietto ridotto o gratuito, si deve indicare perché (per esempio, persona anziana, disabile, minorenni al seguito).

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Vacanze brevi per gli italiani, Puglia in cima alla classifica

La Puglia è in testa alla classifica per le vacanze brevi che la maggior parte degli italiani trascorrerà in Italia

Published

on

Puglia vacanze brevi

Da un’indagine della Confcommercio è emerso che buona parte degli italiani quest’anno rimarrà in Italia e preferirà le vacanze brevi. In cima alla classifica delle destinazioni preferire c’è la Puglia, meta privilegiata per il suo mare stupendo. Nell’analisi è risultato che le persone che vanno in vacanza preferiscono non solo fermarsi per periodi più brevi, ma anche spendere meno. La percentuale di coloro chi ha già prenotato sale dal 31% di un mese fa al 41% di oggi, mentre la quota di coloro che non hanno prenotazioni da fare resta stabile al 15%. Questi sfruttano mezzi propri, pernottano in case di proprietà  oppure presso parenti o amici.

Privilegiato il mare anche per le vacanze brevi

Oltre un terzo degli intervistati ha risposto che,oltre a preferire le vacanze brevi, privilegia il mare alla montagna. Il 51% ha scelto il mare, mentre solo il 15% ha risposto di preferire la montagna. Invece, la percentuale di coloro che preferiscono andare nelle città, soprattutto in quelle d’arte, e nei piccoli borghi, è del 21%. La meta più ambita in Italia rimane la Puglia, mentre al secondo posto nella classifica c’è l’Emilia Romagna, e a seguire Toscana e Sicilia. Invece, la Sardegna passa in settima posizione, salendo di tre posti rispetto ad un mese fa in cui era quarta fa. Al quinto posto fra le mete preferite c’è la Liguria, mentre le mete estere più gettonate sono Grecia, Spagna, Francia e Croazia.

Grande successo per l’agriturismo

Oltre sette italiani su 10 andranno in agriturismo durante l’estate 2022 per trascorrere le vacanze o magari solo per una gita in giornata. L’indagine della Coldiretti mette in evidenza che l’agriturismo spesso viene scelto abbinato alla vacanza al mare o in montagna. Fra i motivi che spingono gli italiani a scegliere l’agriturismo c’è la voglia del contatto con la natura, l’enogastronomia e il desiderio di gustare ricette della tradizione. A dominare è sempre la scelta di spendere meno, viste le problematiche scatenate dal caro energia e dall’instabilità politica del paese, che pesano sulle partenze degli italiani.

Continue Reading

Trending