Connect with us

Turismo

Castel del Monte: gli orari della riapertura

Published

on

Castel del Monte

ANDRIA Castel Del Monte tornerà a essere meta di turisti, anche se con le dovute precauzioni per evitare il contagio da CoVid-19.

In più, apre il 2 luglio il Parco Archeologico di Canne della Battaglia, quindi visitando la zona si può approfittare subito di due tra le ricchezze più interessanti della Puglia.

Quali sono gli orari per visitare il castello ottagonale? La struttura si può visitare dal lunedì alla domenica dalle ore 10. 00 alle ore 18.45. L’ultimo accesso, però, è un po’ prima, alle ore 18.00. Questo permette all’ultimo gruppo di completare il giro.

Quindi, dopo le 18.00 non sono consentiti ulteriori ingressi. I visitatori possono ammirare le bellezze del Castel Del Monte Unesco per 45 minuti durante il tour. Gli orari delle singole visite sono:

  • 10.00;
  • 11.00;
  • 12.00;
  • 13.00;
  • 14.00;
  • 15.00;
  • 16.00;
  • 17.00;
  • 18.00.

I contatti per visitare il Castel Del Monte Andria sono:

Per rispondere alle esigenze legate alle regole anti-contagio, l’organizzazione di Castel del Monte Puglia ha messo a disposizione cartelli e qualche buona norma da seguire.

Prima di tutto, il castello ha del gel disinfettante a disposizione all’accesso. I dipendenti misurano la temperatura con termoscanner all’ingresso.

I turisti devono avere sia mascherine che guanti per accedere alla struttura. Il distanziamento sociale si rispetta per tutta la durata del tour. Quindi, si accede a piccoli gruppi, possibilmente di familiari. Infine, si prediligono il pagamento e la prenotazione online.

Il biglietto intero è di 7 euro, mentre il ridotto di 2 euro. Durante la prenotazione, in caso di biglietto ridotto o gratuito, si deve indicare perché (per esempio, persona anziana, disabile, minorenni al seguito).

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

The Guardian premia Brindisi perla italiana del 2021

Il riconoscimento di Brindisi perla italiana dato dal The Guardian per le sue bellezze

Published

on

brindisi

Il famoso quotidiano britannico The Guardian ancora una volta dimostra la sua predilezione per la Puglia e incorona Brindisi perla italiana del 2021. Per il quotidiano la città pugliese è stata una vera scoperta ed è stata inserita nella classifica redatta come ogni anno insieme a Cefalù, altro splendido borgo della Sicilia. A descrivere le meraviglie di Brindisi è stata Liz Boulter, che ha sottolineato come la provincia pugliese riesca subito a conquistare tutti grazie al suo fascino di città portuale. Lo spettacolare lungomare, costellato di gelaterie, bar e ristoranti, è qualcosa di unico e indescrivibile. La Boulter ha proseguito con la descrizione dei tesori del centro storico.

Il titolo a Brindisi perla italiana del 2021

Liz Boulter ha ovviamente parlato nel suo articolo anche delle meraviglie classiche della città, come le Colonne Romane, situate nei pressi del porto e testimonianza preziosa del suo passato glorioso. Sul sito Si Viaggia si legge che il riconoscimento per Brindisi perla italiana del 2021 da parte del The Guardian è stato motivato dal fatto che in questa città convivono in armonia perfetta antico e moderno. Proprio le Colonne Romane, realizzate in marmo proconnesio nella seconda metà del II secolo d.C, e di cui ve ne è solo una integra, sono un esempio delle tracce antiche della città presenti e ben visibili.

Autentiche meraviglie a Brindisi

Molti studiosi sostengono che le colonne romane sono state fatte costruire dall’imperatore Traiano in onore della costruzione della via Appia, nello specifico nel tratto che portava da Benevento a Brindisi. Il sito afferma anche che a Brindisi ci sono tantissime attrazioni, come la Cattedrale, il Museo Archeologico, l’area archeologica di San Pietro degli Schiavoni, dove è possibile ammirare la Brindisi romana. Nel centro storico della città si possono visitare gioielli straordinari come il Tempietto di San Giovanni al Sepolcro, caratteristico con la sua pianta circolare, da dove sono passati crociati e pellegrini che andavano in Terra Santa.

Continue Reading

Trending