Connect with us

Turismo

Taranto, l’evento SailGP ha prodotto sulla città un notevole ritorno economico

Notevole è stato il ritorno economico prodotto dal Sail Gp a Taranto

Published

on

SailGP 2021 Taranto

Il SailGP svoltosi a Taranto lo scorso 5 e 6 giugno ha avuto ricadute economiche notevoli sulla città dei due mari. La regata velica internazionale dei catamarani volanti F50 ha infatti portato sul territorio un ritorno economico  di 6,8 milioni di dollari, a fronte di un investimento di 2,9 milioni. Secondo i dati raccolti dalle aziende di consulenza indipendenti Deloitte e Yougov sport per conto del Comune di Taranto, se non ci fosse stata la pandemia, le ricadute economiche sarebbero state quasi il doppio, addirittura 12 milioni di dollari. Anche la magistratura ha puntato i riflettori sulla manifestazione, in seguito agli esposti avanzati sui costi dell’evento da alcuni consiglieri di opposizione.

Il SailGp evento straordinario

Gli esposti sono stati avanzati anche da alcuni cittadini che hanno anche chiesto di poter accedere agli atti. Il ritorno economico complessivo della regata velica internazionale dei catamarani volanti F50 SailGp spazia dalla ristorazione ai servizi, dalle aziende del settore agli alberghi. Le visualizzazioni sui social sono state 8 milioni, quelle sui social media 733 milioni, i passaggi in tv 466 ore, 73,2 milioni di contatti, 28mila gli spettatori in presenza, il 35% dei quali provenienti dal resto d’Italia o dall’estero. Ad illustrare i dati è stato il sindaco Rinaldo Melucci insieme all’assessore allo Sviluppo Economico Fabrizio Manzulli durante una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo di Città.

Numeri molto importanti

Il sindaco Melucci ha sottolineato che i numeri che si sono registrati in occasione del SailGp a Taranto sono molto importanti. Se non ci fossero state le restrizioni del Covid l’investimento sarebbe stato triplicato, ma comunque sia questo vuol dire che la città ha lavorato benissimo ed è stata molto attrattiva. Sono stati davvero in tanti ad essere interessati all’evento sportivo e al territorio, anche in presenza del covid e di tutte le difficoltà di questo momento. Bisogna prendere tutto questo con un buon auspicio e con l’intento di ripeterlo.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Turismo

Agriturismi in Puglia salvano il turismo 2021

Il turismo 2021 ha salvato gli agriturismi in Puglia

Published

on

agriturismi in Puglia

Quest’anno il turismo è stato salvato dagli agriturismi in Puglia. Grazie a queste strutture, infatti, coloro che hanno sentito l’esigenza di trascorrere momenti di relax e divertimento, e il turismo ha subito un incremento di incassi di oltre 1,6 miliardi di euro. E’ quanto ha stimato Coldiretti Puglia, che ha analizzato la situazione che si è registrata nei tre mesi della stagione estiva. Ora, però, visto che è subentrato il rientro nelle città, Coldiretti ha lanciato un allarme per il ritorno allo smart working. Le attività di ristorazione subiranno un altro contraccolpo per la riduzione dei consumi che saranno una conseguenza inevitabile del lavoro a casa.

Agriturismi in Puglia hanno aumentato i consumi

Dopo i segnali di ripresa, secondo Coldiretti Puglia il ritorno allo smart working avrà infatti conseguenze inevitabili sul sistema agroalimentare regionale, che dopo la fine del lockdown si era rimesso in attività. Il cibo, ha detto Coldiretti, è diventato la voce principale del budget delle famiglie in vacanza e circa un terzo della spesa di residenti e stranieri è destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, trattorie, pizzerie o agriturismi. Proprio gli agriturismi in Puglia sono stati i luoghi più frequentati nella regione. Queste strutture hanno consentito a tutti di immergersi nella natura e di gustare buon cibo all’aria aperta.

Cibo ruolo centrale nella vacanza made in Italy

Il presidente di Terranostra Puglia, Filippo De Miccolis, ha sottolineato che l’agriturismo e il cibo hanno una importanza fondamentale nella vacanza made in Italy. Queste strutture hanno consentito di far vivere le vacanze in sicurezza in un periodo di pandemia come quello attuale e hanno fatto avvicinare le persone alla natura senza rischi per la salute. Diverse strutture hanno anche fornito alloggi e  sistemazioni adatte per le famiglie e per tutti coloro che le hanno scelte anche per gustare cibo genuino e piatti della tradizione. Per tanti è stato come un vero ritorno alle origini, e su questa scia si continua a lavorare per dare il meglio agli ospiti.

Continue Reading

Trending