Connect with us

Notizie

Bambini obesi in Puglia, sono uno su tre

I bambini obesi in Puglia sono ancora di più da quando è iniziata la pandemia

Published

on

bambini obesi

Sono uno su tre i bambini obesi in Puglia, secondo i dati forniti da Coldiretti Puglia la situazione dell’obesità infantile in italia è peggiorata da quando è iniziata la pandemia. L’analisi della Coldiretti Puglia è stata diffusa in occasione della 1° festa dell’educazione alimentare nelle scuole e durante l’inaugurazione della prima fattoria didattica. Sono centinaia i bambini provenienti dalle scuole d’Italia che si sono recati nella tenuta presidenziale di Castelporziano con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. C’erano anche Stefano Patuanelli, ministro delle Politiche Agricole, Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, Roberto Speranza, ministro della Salute, Roberto Cingolani, ministro della Transizione Ecologica e Maurizio Martina, il vicedirettore della Fao.

Bambini obesi in Puglia, le abitudini vanno modificate

Coldiretti Puglia ha affermato che l’83 per cento dei genitori pugliesi è convinto che le mense pubbliche devono offrire alimenti più sani per insegnare alle nuove generazioni come mangiare per stare bene e in salute. Savino muraglia, presidente di Coldiretti Puglia, ha sottolineato che l’obiettivo consiste nel contribuire a cambiare abitudini di consumo errate che si sono diffuse ovunque. Le conseguenze negative di una errata alimentazione non riguardano solo l’obesità ma anche molte malattie, causate proprio dalla scorretta alimentazione. Questo dimostra come sia importante formare una cultura della buona tavola, e l’educazione deve partire dall’età scolare per vivere meglio e avere lunga vita.

Il lockdown ha inciso sulla salute dei minori

Coldiretti ha sottolineato che il lockdown ha avuto molto influenza sulla salute dei minori. Le chiusure hanno infatti inciso sull’aumento dei tre i bimbi obesi in Puglia. Sia bambini che adolescenti hanno subito gli effetti negativi del lockdown, e i risultati sono stati maggiore cibo durante la giornata, pasti frequenti, ridotto il consumo di frutta e verdura, aumento dell’assunzione di bibite gassate. I minori hanno passato il tempo davanti a internet e ai videogiochi, sono stati impegnati anche con la didattica a distanza, e alla fine a risentirne è stata la loro salute. Il Progetto di Educazione alla Campagna Amica mira a favorire l’incontro tra i bambini e i prodotti agricoli realizzati dagli agricoltori, per mangiare sano e con consapevolezza.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending