Connect with us

Notizie

Bari, al Policlinico madre dona rene per evitare dialisi al figlio

Published

on

Bari trapianto rene-mamma dona rene al figlio

Una donna di 65 anni, dopo aver scoperto che il figlio era affetto da una malattia irreversibile, dona rene per evitare la dialisi e salvargli la vita. La storia di questa madre ha davvero commosso anche in medici del Policlinico di Bari dove il giovane 36enne è stato operato e con lui anche la madre. Infatti, l’uomo è stato sottoposto al trapianto di rene dopo che la donna ha deciso di fargli questo dono che gli consentirà di condurre una vita normale. Il professore Michele Battaglia, direttore del reparto di Urologia del policlinico universitario di Bari, ha sottolineato come il gesto della donna sia stato coraggioso e che è comunque un atto d’amore immenso.

Madre dona rene per evitare dialisi al figlio, entrambi stanno bene

Una madre dona rene per evitare dialisi al figlio che altrimenti sarebbe stato costretto a vivere in dialisi per il resto della sua vita. Non appena giunta la diagnosi, la donna ha chiesto ai medici di accertare la compatibilità per il trapianto di rene, e una volta confermata, è stato attivato nell’unità operativa di Nefrologia diretta dal professor Loreto Gesualdo un programma dedicato, quello da “donatore vivente pre-emptive”, ovvero quando il paziente non è ancora in dialisi. Dopo aver effettuato tutte le verifiche, eseguite mediante l’intervento di un’equipe multidisciplinare, il giudice della commissione terza decide, e in questo caso ha dato l’ok per fare il prelievo e procedere al trapianto.

Due gli interventi per eseguire il trapianto di rene

La scorsa settimana scorsa sono stati effettuati i due interventi e l’équipe del professor Michele Battaglia, direttore del Centro trapianti rene e urologia I, ha eseguito il prelievo dell’organo con la tecnica robot assistita e subito dopo è stato trapiantato con successo nel figlio della donna. Nel giro di 24 ore la mamma è stata in grado di alzarsi e si è recata nel reparto per vedere il figlio. Il paziente sta andando molto bene, il rene sta seguendo un buon recupero e presto potrà tornare alla sua vita quotidiana e grazie alla madre senza fare dialisi.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Interventi di bonifica per siti orfani in Puglia approvati dal Ministero

Published

on

Ministero approva elenco dei siti orfani in Puglia per interventi di bonifica

Su proposta della Regione Puglia il Ministero per la Transizione Ecologica ha approvato l’elenco dei siti orfani in Puglia. Si tratta di siti potenzialmente inquinati in cui è stato difficile eseguire interventi di bonifica a causa di problemi burocratici oppure perché non è stato possibile individuare i proprietari. Sono stati individuati sei interventi per la Regione Puglia, sui dieci presentati, che interessano complessivamente una superficie di circa 10 ettari. I siti localizzati si trovano a Brindisi, Lecce, Santeramo in Colle, Troia e Diso. Grazie ai fondi del Pnrr questi siti verranno bonificati e il ministero ha approvato l’elenco.

I siti orfani in Puglia individuati sono sei

Sono dunque sei i siti orfani in Puglia dove verranno effettuati interventi di bonifica. I primi interventi interesseranno Lecce, Brindisi e Santeramo in Colle. A Brindisi verrà sottoposto a bonifica l’Impianto di discarica Nubile S.l.r. in contrada Autigno e la spesa prevista è di 240.000 euro. A Lecce ad essere interessato dalla bonifica sarà l’Ex inceneritore della Saspi in Via Vecchia Lizzanello, situato a circa 1 km dal centro abitato a sudest di Lecce. La spesa prevista per questo intervento è di 54.000 euro. A Santeramo in Colle oggetto dell’intervento di bonifica sarà la discarica abusiva di Masseria Luparelli, per il quale è prevista una spesa di 240mila euro.

Quali sono i siti del secondo stralcio

Rientrano nel secondo stralcio i siti orfani in Puglia di Troia e di Diso. A Troia verrà bonificato l’Ex Opificio I.A.O. S.r.l. in località Montecalvello e l’Ex Opificio Zincherie Adriatiche e aree limitrofe. Invece, ad essere interessato dall’intervento di bonifica a Diso sarà un’area della strada provinciale 82 per Spongano. L’assessora all’Ambiente, Territorio e Urbanistica Anna Grazia Maraschio ha detto che il Pnrr rappresenta una grande opportunità per il territorio, importante per intervenire su problemi ambientali da tempo aperti e mai risolti. Mettere in sicurezza questi siti è una delle priorità della sua azione politica e ha ringraziato gli uffici che hanno fornito le proposte progettuali al Mite in tempi rapidi.

Continue Reading

Trending