Connect with us

Notizie

Centro ustioni di Bari, 4 pazienti su 10 sono provenienti da altre Regioni

Published

on

centro ustioni di bari

Centro ustioni di Bari, i pazienti arrivano da tutto il Mezzogiorno, la gran parte sono provenienti dalla Calabria, Campania, Basilicata e dal Molise. Molti addirittura anche dalla Lombardia. La mobilità extraregionale è attiva al 40%. E’ uno uno dei migliori del sud, a dirlo sono proprio i numeri che certificano i ricoveri. Il centro è diretto dal professor Giuseppe Giudice e grazie alla sua professionalità ed alla competenza del team che con lui collabora è diventato un’eccellenza assoluta, l’ideale per la cura dei pazienti grandi ustionati. Ha inoltre ottenuto il riconoscimento a livello nazionale ed internazionale.

Centro ustioni di Bari ecco come è composto

Iil centro ustioni è composto da un’area di Terapia Sub-Intensiva che viene utilizzata per il ricovero di 6 pazienti con ustioni del 15%-20% della superficie corporea. Poi c’è un’area tutta dedicata alle medicazioni ed una pensata per la Terapia Intensiva. Inoltre un’area del centro è riservata a pazienti con gravi ustioni e ne può ospitare un massimo di 6 che vengono accolti in box singoli, con apparecchiature di monitoraggio che permettono di tenere sotto controllo minuto per minuto tutti i parametri vitali. Poi ci sono anche due sale di balneoterapia che servono al lavaggio dei pazienti ed ovviamente i percorsi per il personale, per i pazienti stessi, per i visitatori per assicurare i flussi separati.

Ecco quali sono le maggiori cause di ustioni

Secondo ricerche e raccolte di dati la gran parte delle ustioni riguardano gli individui di età superiore ai 5 anni ed avvengono in ambiente domestico. Soltanto il 13% nell’ambiente di lavoro. Circa il 95% è accidentale, il 2% riguarda invece i tentati omicidi e l’1% i tentati suicidi. Il centro di Bari è un punto di riferimento non solo per la Puglia, ma per il Sud Italia ed oltre. Anche se spesso  vengono prese poco in considerazione, le ustioni sono un bel problema per la salute pubblica globale e rappresentano la causa della morte di circa 180.000 persone ogni anno. Coloro che riescono a sopravvivere alle ustioni spesso presentano anche gravi disabilità permanenti che rappresentano un bel problema a livello sociale oltre che lavorativo.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Bari, la spiaggia Pane e pomodoro meta di sporcaccioni

Rifiuti e degrado presso la spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Published

on

spiaggia pane e pomodoro bari
Riconoscimento editoriale: limipix

Anche se siamo in periodo invernale, sono in tanti a recarsi alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari, dove si vedono persone fare jogging, oppure una passeggiata, ma dove c’è anche tanto degrado. Infatti, sono in tanti a lasciare i rifiuti sulla spiaggia, scambiandola probabilmente per un luogo dove fare di tutto, anche quello che si fa in un bagno pubblico. Quando si entra dall’ingresso principale, è impossibile non notare i rifiuti e la sporcizia che c’è sotto i cespugli. Nonostante siano presenti i contenitori sulla spiaggia per la plastica, per rendere le persone responsabili e far capire loro che ci sono i luoghi dove gettarla, i rifiuti sparpagliati nell’area verde vicina alla strada sono di altro genere.

Degrado e incuria alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Nell’area verde della spiaggia Pane e pomodoro di Bari ci sono infatti una lunga serie di fazzolettini, feci umane,mascherine e cartacce di ogni tipo. Ovviamente ci sono anche cannucce, bottiglie di vetro, come al confezioni di plastica e polistirolo. Il presidente di Amiu, Sabino Persichella, ha detto che presto verrà effettuato un intervento nell’area, ma è inaudito che le persone abbiano un atteggiamento del genere. Pesichella ha aggiunto anche che sicuramente la stessa situazione si ricreerà il giorno dopo aver pulito l’area. Con il Covid il fenomeno è peggiorato notevolmente e sono stati notati comportamenti di assoluta indifferenza.

Anche altro oltre ai rifiuti

Persichella ha fatto appello ai cittadini di avere un comportamento migliore, per garantire alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari di tornare ad essere pulita, in vista della prossima estate, quando verrà frequentata regolarmente. Ma verso l’area del park & ride, nello spazio fuori dal bar, oltre ai rifiuti sono state trovate anche lastre di vetro rotte. Tra i cespugli, inoltre, sono stati rinvenuti diversi indumenti, delle sdraio attaccate alle recinzioni con le catene, una bicicletta attaccata un palo e tanti altri oggetti che evidenziano il degrado della zona.

Continue Reading

Trending