Connect with us

Notizie

Coldiretti Puglia, da un’analisi emerge un aumento dei consumi di pollo

Nell’ultimo anno si è registrato un aumento dei consumi di pollo, è stato stimato un consumo di 21,56 chili per persona

Published

on

aumento dei consumi di pollo in puglia

La svolta salutista data dall’emergenza Covid ha fatto salire l’aumento dei consumi di pollo. E’ quanto detto da Coldiretti Puglia che ha analizzato la quantità di pollo consumato nell’ultimo anno. L’aumento dei consumi ha avuto come conseguenza anche la nascita di nuovi allevamenti e in Puglia si registrano 96 allevamenti dove si allevano 13 milioni di capi. La Coldiretti ha sottolineato che le carni avicole sono quelle richieste maggiormente dai consumatori che possono contare su una produzione nazionale in grado di assicurare un eccellente auto approvvigionamento. E’ comunque sempre importante controllare l’etichetta per accertare che il pollame scelto sia di origine italiana.

Ingente aumento dei consumi di pollo in Puglia

Con 20 chili a testa all’anno le carni avicole sono quelle più presenti sulle tavole degli italiani. Coldiretti regionale ha spiegato però che, nonostante si è registrato un notevole aumento dei consumi di pollo, nel confronto con il resto del mondo l’Italia è fra le nazioni in cui i consumi si attestano sotto la media UE che passa i 25 chili. Invece, in Canada e negli Stati Uniti il consumo è di 47,4 chili procapite, e in America Latina di 32,2 chili. L’Italia però a livello internazionale vanta 6.300 allevamenti professionali che danno lavoro a 64mila persone e produce in totale oltre 1,3 milioni di tonnellate di carni avicole che rendono la nazione autosufficiente.

I consumatori puntano su prodotti Made in Italy

Coldiretti ha sottolineato che i consumatori puntano su prodotti Made in Italy per il carrello della spesa. Le informazioni contenute nell’etichetta di origine obbligatoria delle carni avicole rende facile il controllo della provenienza e questo rende gli italiani molto più sicuri. Grazie alle pressioni di Coldiretti è stato infatti messo l’obbligo di indicare nell’etichetta il Paese di origine, obbligo che è in vigore per moltissimi alimenti in vendita, e anche per la carne di pollo. Coldiretti ha anche detto che il coronavirus ha aumentato nei cittadini la necessità di controllare il cibo e di dare maggiore valore alla filiera che assicura cibi di qualità.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending