Connect with us

Notizie

Nuovi orari smaltimento rifiuti a Bari, multe da 100 euro per chi non li rispetta

Published

on

orari smaltimento rifiuti a bari

Sono stati introdotti i nuovi orari smaltimento rifiuti a Bari, e coloro che non li rispettano verranno sanzionati con multe a partire da 100 euro. Secondo quanto stabilito dalla delibera emanata dal comune e in vigore dal 1° maggio, si potrà lasciare l’indifferenziata nei cassonetti a partire dalle 18,30 alle 22.30 tutti i giorni, comprese le domeniche e i festivi. Il nuovo orario non è altro che l’orario estivo che il comune ha diffuso in vista della stagione ormai imminente. I rifiuti indifferenziati dovranno essere conferiti nei cassonetti grigi oppure bianchi e blu tutti i giorni, domeniche e festivi compresi, dalle 18.30 alle 22.30.

Gli orari smaltimento rifiuti a Bari per la stagione estiva

Il mancato rispetto degli orari smaltimento rifiuti a Bari per l’indifferenziata comporta una sanzione minima di 100 euro. Invece, per quanto riguarda le altre frazioni, organico, carta, vetro, plastica e metalli, è possibile conferire i giorni, senza alcun limite di orario. I cittadini potranno conferire i rifiuti a qualsiasi ora e senza il rischio che venga elevata alcuna multa. L’assessore comunale all’Ambiente, Pietro Petrzzelli, ha detto che dopo un mese di proroga degli orari invernali, deciso per venire incontro alle misure restrittive deliberate dall’ordinanza regionale con la chiusura delle attività alle 18, è partito l’orario estivo.

Multe per chi non rispetta gli orari

Adesso le restrizioni sono state allentate e le limitazioni per gli orari smaltimento rifiuti a Bari sono state introdotte da lunedì 26 aprile. Il comune ha infatti deciso di ripristinare gli orari previsti per questo periodo dell’anno, quando le temperature sono più elevate e occorre prevedere delle limitazioni. Inoltre, sempre a partire dal 1° maggio, i titolari degli esercizi commerciali devono piegare e schiacciare gli imballaggi di cartone, in modo che occupino meno spazio possibile, e devono riporli dalle 20 alle 21accanto ai cassonetti stradali della carta. I cittadini sono dunque invitati a rispettare l’ordinanza, altrimenti verranno multati.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Giochi del Mediterraneo 2026, presentato il piano a Taranto

A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026

Published

on

giochi mediterraneo 2026

Sono stati annunciati a Taranto i preparativi per i A Taranto è stato presentato il piano per i Giochi del Mediterraneo 2026, giunti alla XX edizione. I lavori al Salone degli Specchi del Comune di Taranto sono stati presieduti dal presidente del Coni, e vi hanno preso parte fra i rappresentanti istituzionali dei Giochi e della Regione Puglia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, Davide Tizzano, presidente del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo,Elio Sannicandro, Direttore di ‘Taranto2026’ e i sindaci dell’Area jonico-tarantina. Il presidente Malagò ha detto che il 2026 sarà per lo sport italiano un anno speciale.

Giochi del Mediterraneo 2026 giunti alla XX edizione

Oltre alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina, l’Italia ospiterà la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026 che si svolgeranno a Taranto. Malagò ha sottolineato che per il paese si tratta di un altro riconoscimento importante, ma lo è in modo particolare per il mondo sportivo che ha come riferimento il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, all’estero apprezzato per aver organizzato i grandi eventi alla perfezione. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha condiviso con Malagò le parole sulla pianificazione e l’organizzazione della kermesse, e ha ribadito che la volontà della Puglia è di impegnarsi per far riuscire la manifestazione.

I giochi valorizzano il territorio

Elio Sannicandro, Direttore ‘Taranto2026’, ha detto che i Giochi del Mediterraneo daranno ancora più valore alla storia millenaria di Taranto. La città si sta preparando per accogliere un evento internazionale che le darà una grande ribalta. L’intera Area jonico-salentina si sta impegnando per rappresentare l’Italia in maniera degna e torna protagonista del Mediterraneo. Inoltre, i sindaci dell’area jonico-salentina hanno firmato un documento per chiedere al Governo italiano il sostegno economico-finanziario necessario per garantire lo svolgimento della XX edizione dei giochi. Il documento è stato inviato al Presidente Mario Draghi, ai Ministri Mara Carfagna e Daniele Franco, e a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport.

Continue Reading

Trending