Connect with us

Notizie

Puglia, capienza mezzi pubblici all’80%, aumenta in vista del miglioramento dei dati

La capienza mezzi pubblici all’80% è stata consentita per via del diminuire dei contagi e l’avanzare della campagna vaccinale.

Published

on

Regione Puglia regala mezzi pubblici innovativi

In Puglia la capienza mezzi pubblici all’80 % è stata permessa grazie ad una serie di fattori che denunciano una situazione decisamente migliorata. Il diminuire dei contagi e l’avanzare della campagna vaccinale hanno fatto passare anche la Puglia in zona bianca e quindi, dal 50 la capienza di treni, autobus e mezzi pubblici passa dal all’80% dei posti consentiti dalla carta di circolazione degli stessi mezzi. Ad inoltrare le nuove disposizioni è stata dl’assessora regionale ai Trasporti e Mobilità Sostenibile Anita Maurodinoia alle Prefetture della Puglia, che l’ha inviata ai sindaci, alle Province e alle società di trasporto pubblico.

Dopo la riunione approvata la capienza mezzi pubblici all’80 %

La decisione della capienza mezzi pubblici all’80 % in Puglia è stata presa in seguito alle interlocuzioni tra il Governo e il Ministero della salute, e poi della Conferenza delle regioni e Province Autonome. L’assessore ha detto che questa decisione è scaturita dali allentamenti delle restrizioni e quindi c’è stato il via libera per aumentare il coefficiente di riempimento dei mezzi dei trasporti pubblici e locali.  La Maurodinoia ha ribadito che i I cittadini finalmente stanno tornando  alla normalità e si spera che tutto proceda bene. Ovviamente si raccomanda a tutti di mantenere l’allerta e di fare sempre massima attenzione sulle norme di comportamento.

L’ultimo appalto per alta velocità Napoli-Bari è stato aggiudicato

Rimanendo in tema di trasporti, gara d’appalto lanciata da Rete Ferroviaria Italiana per la tratta Hirpinia-Orsara della nuova linea Alta Velocità/Alta Capacità Napoli-Bari si è conclusa con l’aggiudicazione dei lavori al Consorzio formato dal Gruppo Webuild (70%) e Pizzarotti (30%). La gara se l’è aggiudicata il Consorzio vincitore per un importo di circa 1,075 miliardi di euro. Da parte di Rfi l’investimento complessivo, comprensivo di altri costi e voci di spesa, raggiungerà circa 1,53 miliardi di euro. Su una nota di Rfi si legge che l’aggiudicamento conferma il programma che prevede operativi tutti i cantieri della Napoli-Bari entro la fine del 2021.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Casalvecchio di Puglia, imbrattato il murale di Skanderbeg

Il murale di Skanderbeg è stato imbrattato, un gesto gravissimo di vandalismo

Published

on

Murale di Skanderbeg

A Casalvecchio di Puglia è stato compiuto un vero e proprio atto di vandalismo. Alcuni ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg con della vernice bianca. Il grande murales dedicato all’eroe albanese Giorgio Castriota Skanderberg era stato dipinto sul muro di cinta del cimitero e a fine luglio era stato inaugurato con una cerimonia pubblica. Il sindaco della cittadina pugliese, Noè Andreano, ha commentato il gesto dicendo che si tratta di un fatto molto grave. Il primo cittadino ha confessato di essere molto amareggiato per quanto accaduto e non ha nascosto la sua rabbia. Deluso dall’episodio, ha auspicato che cose del genere non accadono più.

Il murale di Skanderbeg imbrattato con vernice bianca

La vernice bianca con la quale degli ignoti hanno imbrattato il murale di Skanderbeg è stata tolta in giornata grazie all’intervento degli artisti Alaniz e Margot, che hanno provveduto a riparare quanto danneggiato. Le parole del sindaco sono state molto forti e sulla sua pagina facebook ha scritto che si tratta di una ferita sanguinante. Per Andreano il gesto compiuto è stato un vero attentato, una minaccia, una sorta di ribellione a quanto si sta facendo per mettere in atto quella che viene chiamata la rivoluzione culturale che ha intrapreso da tempo il paese. Secondo il sindaco, probabilmente qualcuno non è in grado di elevarsi e compie questi gesti assurdi.

Il paese per Andreano merita un sogno

Sconfitto da quanto successo al murale di Skanderbeg, il sindaco di Castelvecchio di Puglia ha sottolineato che non bisogna arrendersi e che il paese merita di avere un sogno per i tanti che credono nella bellezza dell’arte, e che questa possa veramente salvare il mondo. La riparazione del danno per fortuna è stata rapida e il sindaco ha incaricato due artisti a risolvere il problema e ridare dignità al prezioso murales. Il sindaco confida sulla collaborazione di tutti affinché episodi del genere non si ripetano più.

Continue Reading

Trending