Connect with us

Notizie

Puglia, rivoluzione digitale in campagna

Tra gli ulivi e le campagne arrivano i droni ed i robot per avviarsi verso la modernità

Published

on

rivoluzione digitale

Puglia, la rivoluzione digitale è arrivata anche nelle campagne: tra droni e robot che girovagano tra gli ulivi si procede verso la modernità.  I nuovi software ed internet sono perfetti per combattere le tante, forse troppe, problematiche del 2022. Si prova a salvare l’ambiente e ad aumentare la produttività e lo si fa con gli ultimi macchinari.

Puglia, primo volo dei droni sugli alberi di ulivo

Puglia, in queste ore c’è stato il primo volo del drone con l’obiettivo di valutare dall’alto la consistenza delle chiome degli alberi di ulivo, le condizioni della terra, i fabbisogni di tutte colture. Tutto questo è stato previsto dal progetto OliveMatrix portato avanti, con il supporto e l’aiuto di di Coldiretti, da PugliaOlive, Impresa Verde Puglia, CREAA, Cetma, Exprivia, Uniba e Unifg.

Ecco cosa cambierà nei prossimi mesi

Il 2022 sarà l’anno dei droni terrestri e aerei, si parla di guida satellitare e di centraline meteo di ultima generazione, di smart trap con videocamera che danno il loro supporto contro gli insetti che distruggono ed uccidono le piante, si parla di sistemi di irrigazione automatizzata e controllata a distanza con app. Insomma tante soluzioni volte a risparmiare acqua e tempo. Cioè che prima andava fatto di persona adesso può essere gestito direttamente on line. Sta per essere messo in atto un profondo cambiamento che vede protagoniste le nuove generazioni che oggi hanno tra le mani un’impresa su 3. La superficie agricola coinvolta nelle innovazioni tecnologiche e digitali si espande per  oltre 500mila ettari ovvero per il 3-4% della superficie totale. Tutto questo può essere realizzato soltanto dopo aver colmato i ritardi nell’espansione della banda larga. Ci sono alcune zone in particolare quelle interne e montane che non dispongono ancora di una connessione adeguata. Per cui per superare il digital divide tra città e campagne bisognerà portare la banda ultralarga nelle aziende e dare il giusto sostegno a tutti con nuove soluzioni tecnologiche. Per accelerare la transizione digitale dell’agroalimentare Made in Italy, Coldiretti, TIM e Bonifiche Ferraresi hanno firmato un accordo. Si prevedono grossi cambiamenti.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Puglia, arriva il fotovoltaico gratis sui tetti

Per il fotovoltaico gratis sui tetti sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto

Published

on

fotovoltaico innovativo

La Puglia è la prima regione in Italia a dare il via al cosiddetto Reddito energetico, ritenuto una vera e propria svolta nella lotta alla povertà energetica che assilla in modo particolare le famiglie a basso reddito. Il caro bollette è diventato una vera ossessione e per questo l’obiettivo è trasformare con il reddito energetico anche i consumatori passivi in produttori di energia, agevolando il passaggio alle fonti rinnovabili. Tutto questo sarà possibile con il fotovoltaico gratis sui tetti, per realizzare il quale sono a disposizione 6,8 milioni di euro a fondo perduto. Scopo della misura è rendere l’Italia indipendente per il suo fabbisogno energetico.

Con il fotovoltaico gratis sui tetti producono tutti

Riccardo Fraccaro ha reso noto che la Regione Puglia ha pubblicato l’avviso per accedere al Reddito energetico rivolto a nuclei familiari che hanno un Isee inferiore a 20mila euro. Con il fotovoltaico gratis sui tetti, l’energia in più prodotta servirebbe ad alimentare la misura e ad assegnare ad altri beneficiari le risorse. Tuttavia, se adesso l’energia da rinnovabili è meno cara, perché i consumatori non possono acquistare elettricità da tali fonti, azzerando i costi di gas e combustibili fossili? Il contributo che si può ottenere a fondo perduto è di massimo 6.000 euro e riguarda anche l’installazione di impianti fotovoltaici, solari termo-fotovoltaici o microeolici per far funzionare gli impianti in condominio.

Domande a partire dal 25 maggio

Fraccaro ha aggiunto che il Reddito energetico è stato l’elemento importante per favorire l’alleanza tra la coalizione per la Puglia e il M5S. L’energia in più prodotta verrà usata per alimentare la misura e assegnare ad altri beneficiari le risorse. Sarà possibile richiedere il Reddito energetico a partire dal 25 maggio. Coloro che hanno i requisiti richiesti potranno presentare la domanda di installazione degli impianti e ottenere un contributo di 8.500 euro per acquistare e installare sistemi di accumulo.

Continue Reading

Trending