Piante grasse: ecco perchè dovresti sempre mettere il sale nel terriccio

In Italia come in numerose altri paesi del Mediterraneo le piante ed in generale le forme di vita vegetali sono particolarmente apprezzate sia per la loro capacità di sviluppare prodotti di ogni tipo, a partire da quelli alimenari ma non solo, ma anche nell’ambito decorativo e delle piante di compagnia. Trattandosi quello mediterraneo di un contesto adattivo e molto importante anche per le specie non natali della zona, anche le piante grasse hanno da sempre trovato grande applicazione e diffusione.

Le piante grasse apparentemente non necessitano di cure così specifiche, anche se alcuni trucchi come il sale nel terriccio, sono effettivamente importanti.

Perchè bisogna utilizzare questo sistema?

Sale nel terriccio per le piante grasse? A cosa serve veramente?

Sale pianta grassa

Ogni forma di pianta succulenta viene definita generalmente “pianta grassa”, dalla possibilità anche evidenziata esteticamente che hanno queste specie di riuscire a conservare nella propri struttura, nel fusto ma anche nelle foglie o nei fiori, elevati quantitativi di acqua.

Il nome pianta grassa fa venire in mente una generica forma di vegetale munita di spine, ma anche ad esempio la tradizionale forma di pianta conosciuta come albero di giada, dalle foglie succulente, di forma rotonda, è parte della categoria.

Tutte le piante grasse necessitano di cure, ed anche se in quantità minori rispetto ad altri generi, mentre abbondano gli accorgimenti ed i trucchi ad esempio quello del sale nel terriccio che corrisponde ad uno molto conosciuto ed in voga. Ma a cosa serve?

In realtà non è un accorgimento da utilizzare sempre: il sale ha per caratteristiche delle qualità che riducono in modo importante la presenza di umidità in qualunque locazione si trovi, non a caso è anche il principale metodo per rimuovere la neve dalle strade ma anche in antichtà come in passato, uno dei principali beni per conservare i cibi destinati al deperimento.

Quindi in linea di massima il sale non va utilizzato sulle piante che sono formate ovviamente anche da umidità, anche le piante grasse: il metodo è utile solo sul terriccio se la quantità di acqua utilizzata per l’irrigazione è stata eccessivamente importante, in questo modo si potrà ottenere un effetto “rimuovente” dell’acqua in eccesso.

Il discorso quindi non si applica nella maggior parte dei casi, esistono indubbiamente alcune piante grasse che sono adatte a contesti aridi e con il sale presente nell’atmosfera, ma  in questo caso è sufficiente utilizzare acqua comune e magari concimi specifici già muniti di sali minerali adatti.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI