730 semplificato: ecco cosa cambia per la Dichiarazione dei Redditi

Il 730 è il modello standard utilizzato in Italia da lavoratori dipendenti e pensionati per presentare la loro dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate. In sostanza, serve a comunicare all’autorità fiscale i redditi percepiti nell’anno precedente e a calcolare le eventuali imposte dovute o i rimborsi spettanti.

 

Ecco tutte le novità che ci attendono

Il mese di Aprile rappresenta per il mondo fiscale il mese con il quale si dà inizio alla compilazione del 730. Ma a partire proprio dal 2024, sono previsti importanti cambiamenti; il primo fra tutti è relativo alla compilazione semplificata del 730, che rappresenta un’importante agevolazione per i contribuenti che rientrano in specifiche categorie.

Cosa cambia?

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un’interfaccia web semplificata all’interno della precompilata, pensata per guidare i contribuenti passo dopo passo nella compilazione della dichiarazione. Le informazioni relative a redditi, oneri e detrazioni saranno presentate in modo più chiaro e intuitivo, utilizzando un linguaggio semplice e comprensibile. Un sistema di domande e risposte accompagnerà il contribuente durante l’inserimento dei dati mancanti o la modifica di quelli precompilati.

Per inviare il 730 semplificato non è richiesta la firma digitale, basterà un semplice PIN rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.

Di questo nuovo sistema, possono usufruirne tutti i lavoratori dipendenti che percepiscono redditi da lavoro, indennità sostitutive di stipendio, assegni familiari e altri redditi assimilati; anche i pensionati che percepiscono redditi da pensione, indennità pensionistiche, rendite da lavoro autonomo e altri redditi assimilati possono beneficiare del 730 semplificato.

Come funziona?

Per accedere al 730 semplificato, è necessario entrare nel proprio cassetto fiscale sul sito dell’Agenzia delle Entrate utilizzando le credenziali SPID, CIE o Entratel.

Una volta entrati nel 730 semplificato, il contribuente sarà guidato passo dopo passo nella compilazione della dichiarazione, con l’ausilio di un’interfaccia semplice e intuitiva.

Il sistema effettuerà controlli automatici sui dati precompilati e su quelli inseriti dal contribuente, segnalando eventuali incongruenze o errori.

La dichiarazione compilata potrà essere inviata telematicamente in modo gratuito, senza bisogno di firmare digitalmente il documento.

Tutti questi cambiamenti sono stati pensati per rendere ancora più semplice e intuitiva, anche per i contribuenti meno esperti, la compilazione del 730, che non a caso si chiama così 730 semplificato. Inoltre, se la modalità è molto più facile rispetto al passato, vorrà dire che, seguendo una modalità guidata e i controlli automatici, si riducono drasticamente anche i tempi necessari per compilare la dichiarazione, preservandoci, così, anche da possibili errori, molto frequenti se si compila la dichiarazione dei redditi in modo soggettivo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI