Connect with us

Coreano

A Bari apre U’kor, il primo ristorante coreano

Il primo ristorante coreano aperto a Bari si chiama U’kor e ha un nome barese

Published

on

Bari U'kor primo ristorante coreano

Ha un nome barese il primo ristorante coreano aperto a Bari, si chiama infatti U’kor. Il locale si trova nel centro storico del capoluogo pugliese, per la precisione in via Roberto da Bari 130. La sua apertura si deve alla coreana Hanuel Lee coreana, che da sette anni vive a Bari, e a Diego Biancofiore, che è anche proprietario del ristorante Biancofiore e dell’enoteca Mostofiore. I due proprietari del ristorante coreano hanno aperto questo locale proponendo una novità assoluta nella città di Bari, infatti prepara i piatti tipici della cucina coreana inserendo alcuni ingredienti tipici della cucina barese.

Le novità del primo ristorante coreano

Oltre che essere il primo ristorante coreano aperto a Bari, U’kor è anche il primo di questo genere ad essere stato aperto nella regione. Colpisce molto la scelta del nome, che nel dialetto barese indica il cuore, e sorprende la mescolanza degli ingredienti pugliesi nei piatti coreani. Aperto da poco, il ristorante sta già conquistando tanti clienti, grazie anche alla bravura di Hanuel Lee, da tutti chiamata Hannetta, una bartender molto apprezzata a Bari. La sua collaborazione con Diego Biancofiore ha portato una ventata di novità nella città, dove con sempre maggiore frequenza aprono ristoranti asiatici. Una caratteristica inconfondibile dell’U’kor sono le bacchette in acciaio, che come dice Hannetta in Corea non si usano quelle in legno.

Le bacchette sono in acciaio

Le specialità preparate nel primo ristorante coreano sono tantissime, dal pollo fritto agli gnocchi fritti, dai noodles ai roll, ma si può gustare anche la focaccia barese condita con il Kimchi, il cavolo coreano fermentato con peperoncino e tante altre prelibatezze. I sapori sono diversi dalla cucina tradizionale pugliese e in generale da quella italiana. U’kor propone anche una drink list che Hannetta ha curato personalmente e che sperimenta nuove fusioni tra la cucina coreana e quella barese. Il risultato è eccezionale e vale veramente la pena soffermarsi per gustare le delizie proposte dai due proprietari del locale.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trending