Connect with us

Notizie

Nuovi voli Bari-Parigi, con Air France 3 collegamenti a settimana in inverno

Con i voli Bari-Parigi di Air France anche in inverno si potrà viaggiare spesso su questa rotta

Published

on

Voli Bari Parigi Air France raddoppia le tratte

I nuovi collegamenti indetti dalla compagnia aerea Air France fra Bari e Parigi permetteranno ai viaggiatori di raggiungere molto più spesso queste due destinazioni. Infatti, con i voli Bari-Parigi di Air France si potrà viaggiare anche in inverno per ben 3 volte a settimana. I voli avranno inizio dal 1˚ novembre 2021 e collegheranno l’aeroporto Karol Wojtyla di Bari e l’hub di Parigi-CDG fino a tre volte alla settimana e fino al 24 marzo 2022. Il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia Antonio Maria Vasile ha commentato che la decisione di Air France di confermare la tratta anche per tutta la stagione invernale non è giunta all’improvviso.

I voli Bari-Parigi di Air France prolungati per l’inverno

Sembra infatti che i voli Bari-Parigi prolungati per tutta la stagione invernale sono frutto di una pianificazione attenta riguardante lo sviluppo del network, condivisa dal Vettore e dall’Amministrazione regionale. Le ragioni di questa decisione sono motivate dal successo che il volo ha registrato nella stagione estiva e questo dimostra che il mercato ha ritrovato quella vitalità che mancava da un po’. Si tratta di una bella spinta per il settore, che stimola a guardare al futuro con più fiducia e serenità. In questo percorso è stata fondamentale la vicinanza della Regione Puglia, al fianco come sempre di Aeroporti di Puglia nel sostenere le strategiche scelte.

Importante bacino di utenza l’aeroporto di Bari

Stefan Vanovermeir, DG Air France-KLM East Mediterranean, ha dichiarato che la decisione recente di collegare Parigi a Bari anche durante la stagione invernale dimostra l’importanza del bacino d’utenza dell’aeroporto di Bari e come ci sia la tendenza alla destagionalizzazione dei flussi turistici. I nuovi voli consentiranno ai passeggeri che devono partire di accedere al network internazionale di Air France e di supportare una ripresa rapida del turismo internazionale verso la regione pugliese. La compagnia Air France sottolinea che i biglietti per tutti i viaggi fino al 31 marzo 2022 sono completamente modificabili.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Puglia, dimissioni dell’assessora No-vax alla pubblica istruzione

Le dimissioni dell’assessora No-vax Rita Colazzo sono state annunciate dalla donna sui social con una lettera

Published

on

no-vax

Per non mettere in difficoltà la maggioranza, arrivano le dimissioni dell’assessora No-vax Rita Colazzo. L’assessora del comune di Zollino, in Salento, non si è vaccinata e non è intenzionata a farlo, perciò ha rassegnato le dimissioni dando l’annuncio sul proprio profilo social con una lettera che ha rivolto direttamente ai cittadini. Nella lettera l’ex assessora ha informato i cittadini che il 19/01/2022 aveva presentato una lettera di dimissioni in cui diceva di voler rinunciare al suo mandato. La Colazzo ha sottolineato che la sua scelta è stata presa per un profondo senso di responsabilità e per rispetto verso tutti i cittadini.

Pubblicata sui social la lettera delle dimissioni dell’assessora No-vax

La Colazzo ha detto che per rispetto della fiducia datale dagli elettori ha voluto fare questa scelta, piuttosto che essere d’ostacolo alla sua squadra. Nella lettera delle dimissioni dell’assessora No-vax  si legge anche che la donna ha molto apprezzato la stima dei collaboratori che le è stata dimostrata in questi anni e ha dunque ringraziato tutti gli amministratori e il personale. La sua decisione scaturisce da convinzioni personali molto precise e forti, e che non ha alcuna voglia di rinunciare alla sovranità del suo corpo. Secondo l’ex assessora non c’è alcuna differenza tra vaccinati e non, e dettare legge su questo non è affatto corretto.

La decisione dell’ex assessora è irremovibile

L’ex assessora no vax ha sottolineato che lei è una donatrice di sangue e che quando va a donare non le viene chiesto alcun documento per poter dimostrare se è vaccinata o meno. Rita Colazzo ha dunque affermato che la vita delle persone non può dipendere da un QR Code e che la libertà non deve essere determinata da una ulteriore dose di vaccino. Quando in un paese c’è vera democrazia i cittadini vengono garantiti e hanno la libertà di scegliere. La donna ha anche tirato in causa il presidente Pertini, che diceva che le emergenze sono il pretesto preso da coloro che vogliono erodere la libertà.

Continue Reading

Trending