Connect with us

Notizie

Puglia, otto proposte progettuali del Poliba promosse alla seconda fase

Il bando del Ministero per il Sud e il PNRR ha approvato otto proposte progettuali del Poliba

Published

on

Poliba Bari

Alla conclusione della prima fase del bando, “Ecosistemi dell’Innovazione per il Mezzogiorno” promosso dal Ministero per il Sud e dal PNRR a distinguersi per la regione Puglia è il Politecnico di Bari. Infatti, sono state approvate otto sulle quaranta proposte progettuali del Poliba, che sono state ammesse alla seconda fase per un eventuale finanziamento. Primo in Puglia e in veste di capofila, Poliba vanta numerosi partners. Delle 270 proposte d’intervento presentate da università, fondazioni, centri di ricerca, istituti, per il Mezzogiorno, il Ministero ne ha approvate 171. Le proposte trattano tematiche varie, come la rigenerazione di aree abbandonate situate al sud, la creazione di infrastrutture materiali, la creazione e l’attrazione di imprese innovative, la ricerca multidisciplinare.

Promosse ben otto proposte progettuali del Poliba

Le otto proposte progettuali del Poliba sono quindi state selezionate per passare alla fase due. I progetti sono: “Parco dell’Innovazione digitale FabLab Poliba” – Bitonto; “Blu Campus per l’Innovazione” – Taranto; “Agrifood Hub” – Corato; “Technology Hub for Aerospace and Smart Mobility” – Grottaglie; “Bull – Bari Urban Logistics Lab” – Bari; “ Bio-Innovaction Hub” – Gioia del Colle; “Biodiversity Hub. Potenziamento del centro tecnologico per la tutela e la valorizzazione dei prodotti agroalimentari della biodiversità mediterranea” – Locorotondo; “Mediterranean Food Hub. Potenziamento del Centro Tecnologico per la valorizzazione della dieta mediterranea” – Alberobello. Il valore complessivo dei progetti è di 253 milioni di euro.

Cosa succederà nella seconda fase

I soggetti selezionati per passare alla seconda fase, e quindi anche le otto proposte progettuali del Poliba, entro il prossimo 25 febbraio dovranno presentare il progetto completo per cui viene chiesto il finanziamento e la documentazione richiesta.  Sarà la Commissione a valutare i progetti ammessi e ad attribuire loro un punteggio in base alla qualità tecnica e ai vantaggi che permettono di conseguire. Verrà dunque stilata una graduatoria e attribuito il finanziamento richiesto fino a che non si esauriscono i fondi. Finanziato dal Fondo complementare al PNRR, il bando ha una dotazione di 350 milioni di euro.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Bari, la spiaggia Pane e pomodoro meta di sporcaccioni

Rifiuti e degrado presso la spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Published

on

spiaggia pane e pomodoro bari
Riconoscimento editoriale: limipix

Anche se siamo in periodo invernale, sono in tanti a recarsi alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari, dove si vedono persone fare jogging, oppure una passeggiata, ma dove c’è anche tanto degrado. Infatti, sono in tanti a lasciare i rifiuti sulla spiaggia, scambiandola probabilmente per un luogo dove fare di tutto, anche quello che si fa in un bagno pubblico. Quando si entra dall’ingresso principale, è impossibile non notare i rifiuti e la sporcizia che c’è sotto i cespugli. Nonostante siano presenti i contenitori sulla spiaggia per la plastica, per rendere le persone responsabili e far capire loro che ci sono i luoghi dove gettarla, i rifiuti sparpagliati nell’area verde vicina alla strada sono di altro genere.

Degrado e incuria alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari

Nell’area verde della spiaggia Pane e pomodoro di Bari ci sono infatti una lunga serie di fazzolettini, feci umane,mascherine e cartacce di ogni tipo. Ovviamente ci sono anche cannucce, bottiglie di vetro, come al confezioni di plastica e polistirolo. Il presidente di Amiu, Sabino Persichella, ha detto che presto verrà effettuato un intervento nell’area, ma è inaudito che le persone abbiano un atteggiamento del genere. Pesichella ha aggiunto anche che sicuramente la stessa situazione si ricreerà il giorno dopo aver pulito l’area. Con il Covid il fenomeno è peggiorato notevolmente e sono stati notati comportamenti di assoluta indifferenza.

Anche altro oltre ai rifiuti

Persichella ha fatto appello ai cittadini di avere un comportamento migliore, per garantire alla spiaggia Pane e pomodoro di Bari di tornare ad essere pulita, in vista della prossima estate, quando verrà frequentata regolarmente. Ma verso l’area del park & ride, nello spazio fuori dal bar, oltre ai rifiuti sono state trovate anche lastre di vetro rotte. Tra i cespugli, inoltre, sono stati rinvenuti diversi indumenti, delle sdraio attaccate alle recinzioni con le catene, una bicicletta attaccata un palo e tanti altri oggetti che evidenziano il degrado della zona.

Continue Reading

Trending