In Puglia cresce il turismo a chilometro zero per Natale

Coldiretti Puglia ha annunciato che in occasione del Natale è in crescita il turismo a chilometro zero nella regione. Filippo De Miccolis, presidente di Terranostra, ha sottolineato che gli agriturismi, che si trovano nella maggior parte dei casi in zone della campagna isolate e hanno un numero di posti letto e a tavola contenuti, sono molto più sicuri e scongiurano l’effetto contagi. A favorire maggiore serenità sono soprattutto gli ampi spazi all’aperto, che permettono di mantenere le distanze di sicurezza. Coldiretti Puglia, analizzando i dati di Terranostra Puglia, associazione agrituristica e ambientale di Coldiretti, ha detto che negli agriturismi della Puglia è tutto esaurito.

Crescita del turismo a chilometro zero in Puglia

A favorire il sold out negli agriturismi, generando quindi una crescita del turismo a chilometro zero per Natale in Puglia, è stata anche la stretta alle frontiere, che scoraggiato gli italiani ad andare all’estero per le feste di Natale e Capodanno. La stretta è stata data dal ministro delle Salute Roberto Speranza che con una ordinanza ha obbligato alla quarantena i non vaccinati e al tampone obbligatorio i vaccinato che devono entrare in Italia. Filippo De Miccolis, presidente di Terranostra Puglia, ha ribadito che la nuova variante Omicron e la eventuale evoluzione dei contagi in Europa e nel mondo hanno diminuito in modo notevole la scelta di trascorrere all’estero le vacanze, perciò gli italiani hanno dovuto per forza di cose scegliere per il turismo di prossimità.

Vacanze sicure negli agriturismi

La possibilità di trascorrere qualche giorno negli agriturismi per le feste di Natale e Capodanno darà maggiore sicurezza perché nella maggior parte dei casi le strutture si trovano in aperta campagna, sono isolate e offrono spazi aperti molto ampi. In questi luoghi è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per evitare i contagi e le persone potranno rilassarsi e trascorrere qualche giorno fuori casa sena timori e paure. Non solo, hanno anche l’opportunità di mangiare cibi di alta qualità, genuini e gustosi. Le ferie a chilometro zero sono sempre più frequenti e sono in tanti a scegliere i piccoli borghi per coniugare tranquillità e libertà, e stare lontano dai luoghi troppo affollati.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI