Capodanno in Puglia, la notte del 31 dicembre cosa si mangia

Cosa si mangia per il Capodanno in Puglia? Le prelibatezze pugliesi che si possono degustare in un giorno così particolare sono davvero tantissime, e ve ne sono alcune che non possono assolutamente mancare in una regione dove il cibo è vita.  Ormai manca poco per abbuffarsi, così come è accaduto per il Natale, anche se non tutto può entrare nella pancia. Ma quali sono i menù più buoni? Tante nonne pugliesi sono all’opera per la notte di San Silvestro, e la considerano una grande occasione per mettere tutta la famiglia insieme, ma anche un bel momento per proporre le loro leccornie.

Leccornie da degustare per il Capodanno in Puglia

Di provincia in provincia il menù può essere variegato, ma vi sono delle cose che sono presenti in qualsiasi zona e quindi chi trascorre il Capodanno in Puglia potrà degustare. Prima di tutto, non possono mancare le lenticchie, presenti in tutti i menù di Capodanno, così come non mancheranno le cime di rapa stufate a cui vengono abbinate le frittelle. Immancabili sono anche gli antipasti a base di pesce e frutti di mare, ma anche il cotechino e lo zampone sono indiscussi protagonisti della cena della fine dell’anno. Fra i primi piatti si possono assaporare le orecchiette con le rape, gli spaghetti con sugo della salsiccia e le sagne ‘ncannullate.

Anche secondi e dolci squisiti

Fra i secondi piatti per il Capodanno in Puglia non possono mancare quelli a base di pesce, come il baccalà al sughetto e la salsiccia di cavallo oppure il maiale al sugo. Oltre ai tipici dolci pugliesi, come le cartellate, i mostaccioli, le frittelle dolci, le mandorle atterrate e tanti altri, un occhio di riguardo merita anche la frutta secca, a cui vengono affiancato cicorie, sedano e finocchi. A completare il tutto è lo spumante che dà il benvenuto al nuovo anno. Tutti si divertono e degustano le tante prelibatezze che adornano le tavole.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI