Gettone telefonico 6504: il valore oggi lascia tutti senza parole

Da oggetti “normali” e concepiti con funzioni spiccatamente legate ad un ambito stretto come quello telefonico, a simboli di un passato in realtà non così lontao, in quanto i gettoni sono di fatto stati dismessi ufficialmente nell’utilizzo con la mancata funzione delle cabine telefoniche, anche se in realtà molte di queste erano già state convertite all’utilizzo delle tessere telefoniche tempo addietro. Molte forme di gettone  telefonico presentano una raffigurazione comune con alcune cifre, ad esempio 6504, che pul configurare un gettone decisamente interessante.

Il valore infatti come per altri esemplari è squisitamente legato alla capacità di essere raro ed interessante.

Ma da tempo sono valutati altri ambiti diretti che portano l’eventuale valore ad essere ancora maggiormente incrementato da alcuni fattori.

Hai questo gettone telefonico “marchiato” 6504? Ecco il valore odierno

Gettone telefonico 6504

Quanto può valere un gettone telefonico? Rispetto alle monete, la loro funzione è stata molto più specifica e diretta, portata a sostituire il denaro per le cabine telefoniche ed i tradizionali telefoni pubblici, diffusi in particolare dall’inizio degli anni 30 e divenuti parte dell’immaginario comune con il boom economico. Il gettone telefonico è stato comunissimo fino agli anni 90, anche se già dal 1980 la sua produzione è stata arrestata per far fronte alle tessere telefoniche (che hanno avuto comunque un ruolo di impatto ma per un arco temporale molto minore rispetto ai gettoni) e con l’incipiente diffusione della telefonia mobile.

Il numero su tutti i gettoni emessi dalla fine degli anni 50 fino al 1980 indica l’anno ed il mese di provenienza. 6504 quindi evidenzia un gettone telefonico sviluppato nel mese di aprile (04), anno 1965, periodo molto importante in quanto solo un anno prima era stata concepita la SIP, ossia la prima forma di società telefonica legata allo stato che ha unificato tutte le forme precedenti.

Ed è questo un esemplare assolutamente sopra la media nei termini di valore collezionistico: un pezzo in buono stato può valere senza troppi problemi tra i 20 ed i  50 euro, esemplari tenuti in condizioni perfette (Fior di Conio, come per le monete), condizione non facile visto il “ruolo” del gettone che lo ha portato spesso ad essere anche ” maltrattato ” , può portare ad un valore ancora più alto, pari a oltre 80 euro.

Condizione quindi non frequente ma comunque di enorme impatto per questi oggetti un tempo molto comuni divenuti obsoleti ma solo nella loro funzione originale.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI