Attenzione alla mail dell’Agenzia delle Entrate, è una truffa! Ecco come riconoscerla

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, recita un vecchio ma sempre  attuale detto, condizione che non cessa mai di essere pregna di saggezza ed attualità perchè pur senza eccedere, avere sempre una forma di scetticismo spesso ci porta ad evitare problemi molto gravi, e questo si manifesta anche facendo ricorso alle varie applicazioni del web, contesto sicuramente ricco di pregi ed utilità ma anche di raggiri molto diffusi. Un esempio sono ovviamente le forme di raggiri che “fingono” di essere ciò che in realtà non sono, magari interpretando simbologie in modo illecito di società conosciute o anche parti dello stato, un classico sistema è il phishing che viene ripetuto e raffinato utilizzando sistemi come la Mail dell’Agenzia delle Entrate.

Il sistema del phishing identifica la tipica truffa telematica di cui si conosce bene il sistema ma che continua a “fare vittime” perchè spesso è difficile distinguere soprattutto ad una prima occhiata una comunicazione vera da una falsa.

Ed è anche il caso della seguente mail  è molto pericolosa per i nostri dati: vediamo perchè.

Occhio alla truffa della Mail dell’Agenzia delle Entrate: cosa fare?

mail dell'Agenzia delle entrate

L’Agenzia delle Entrate solitamente sviluppa quantomeno una “allerta” anche se si tratta spesso di una branca dello stato che assolve funzioni che seppur “scomode” sono fondamentali per uno stato funzionante, ma è generalmente associata con il pagamento e le cartelle delle tasse.

Le truffe  telematiche che portano il nome dell’Agenzia delle Entrate non sono ovviamente concepite da quest’ultima, anzi il nome è così impiegato in maniera illecita da essere qualcosa di conosciuto da parte della “vera” Agenzia delle Entrate che ha concepito una vera e propria iniziativa di diffida nei confronti dei raggiri che portano il nome in questione.

Generalmente si tratta di false mail come quella seguente, che in maniera piuttosto generica e raffazonata una comunicazione falsa, che presenta una intestazione ed un titolo legate ad un addebito ma anche un bonifico o  un mancato pagamento. La falsa mail seguente ad esempio risulta essere legata all’intestazione “Agenzia Delle Entrate Italia”.

In questo caso la formula evidenzia un fantmatico bonifico che arriva da un conto estero, ovviamente è un raggiro che serve per far aprire un link o l’allegato che è presente in tutti questi casi.

Non bisogna mai seguire queste indicazioni ed è opportuno eliminare quanto prima questa falsa comunicazione in quanto i nostri dati possono essere compromessi, come specificato dall’Agenzia delle Entrate “vera”.

mail dell'Agenzia delle entrate

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
POTREBBE INTERESSARTI