Connect with us

Notizie

Il marchio Made in Puglia ha lo scopo di supportare il patrimonio pugliese

Published

on

marchio made in puglia

Ideato dalla regione, il marchio Made in Puglia si propone di identificare e valorizzare tutto ciò che viene prodotto in Puglia. L’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, ha sottolineato che questo marchio vuole proteggere e valorizzare quello che viene prodotto nelle varie aree pugliesi. La Giunta Regionale ha dunque dato l’ok per registrare un marchio collettivo geografico, allo scopo di unificare servizi e prodotti pugliesi. Il marchio servirà a supportare lo sviluppo del territorio in maniera concreta e a rendere più visibile la presenza della Puglia sui mercati nazionali ed internazionali.

Patrimonio tutelato dal marchio Made in Puglia

L’obiettivo del marchio Made in Puglia è anche quello di sostenere le piccole, medie e grandi imprese. Delli Noci, assessore regionale allo Sviluppo economico, ha ampiamente illustrato lo scopo di questo progetto, che mira a far diffondere sia in Italia che nel resto del mondo i prodotti della regione. L’assessore ha ribadito che la nascita del marchio collettivo è stata un’esigenza per tutelare le produzioni pugliesi e individuarle con un solo brand, tralasciando il settore a cui il prodotto appartiene. Il marchio vuole dunque far conoscere la bellezza delle aziende pugliesi, la loro autenticità, il loro valore, ma tutelando e valorizzando il patrimonio.

Tutela e valorizzazione di servizi e prodotti pugliesi

La regione pugliese è orgogliosa delle sue produzioni e in tutti i settori vi sono delle eccellenze che non possono essere dimenticate,e  soprattutto non possono essere eguagliate. Ogni caratteristica dei prodotti rende speciale la regione, e il marchio Made in Puglia rappresenta una iniziativa splendida per dare alle attività commerciali la spinta giusta per affrontare ripartire e affrontare le difficoltà del momento. Delli Noci ha sottolineato che bisogna mettere in campo ogni iniziativa e strategia, al fine di promuovere e dare al territorio più valore, andando allo stesso tempo incontro all’economia. Di qualunque natura siano i prodotti e i servizi pugliesi, meritano di essere valorizzati.

Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60 anche in Puglia

Published

on

vaccini pfizer e moderna

Anche in Puglia verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60. A comunicarlo sono stati Lopalco, assessore alla Sanità, e Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Salute. La decisione di seguire la direttiva nazionale è scaturita dagli eventi avversi accaduti di recente. Il CTS ha aggiornato le indicazioni per portare avanti la campagna vaccinale anti covid e ha introdotto delle nuove regole per salvaguardare la salute dei cittadini. Lopalco e Montanaro hanno emanato una circolare in cui indicano quali sono le direttive nazionali da seguire. Il CTS nel prendere nuove decisioni ha tenuto conto delle valutazioni prese dopo l’incontro della Cabina di Regia.

Anche in Puglia solo vaccini Pfizer e Moderna agli under 60

Secondo quanto definito dalla CTS di AIFA Astrazeneca potrà essere somministrato solamente a soggetti di età superiore ai 60 anni. La Puglia ha dunque emanato una circolare per comunicare ai vari enti come proseguire per portare avanti il Piano Strategico Regionale Vaccinazione anti Covid-19. A meno che non vi siano altre disposizioni dal ministero, tutti gli Enti ed i soggetti coinvolti nella campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 devono seguire quanto deciso dalla regione, in modo da assicurare un proseguimento corretto della campagna vaccinale. La nuova modifica contenuta nella circolare è che agli under 60 verranno somministrati solo vaccini Pfizer e Moderna, sia come prima dose che come seconda dose dopo Astrazeneca.

Dopo 8-10 settimane dalla prima dose verrà somministrata la seconda

Nella circolare la regione Puglia ha comunicato che i vaccini a vettore virale, Vaxzevria e Janssen, devono essere somministrati solamente alle persone di età superiore o uguale ai 60 anni di età. I vaccini Pfizer e Moderna devono invece essere somministrati agli under 60, sia come prima dose che come seconda dose dopo aver ricevuto una dose di vaccino Astrazeneca. A queste persone la seconda dose con un vaccino ad m-RNA verrà somministrata dopo 8-10 settimane dalla prima. Verrà fatto un vaccino m-RNA a tutti gli altri soggetti di età inferiore ai 60 anni che non si sono ancora vaccinati.

Continue Reading

Trending